Ilary Blasi, undicesimo anno a Le Iene e sul Grande Fratello Vip: “Non è trash, è pop”

03/10/2017 di Emanuela Longo

Dopo la lunga e difficile diretta di ieri al Grande Fratello Vip 2017, Ilary Blasi torna anche nel prime time di oggi, alla guida de Le Iene Show del martedì. Quella che andrà in onda sarà la sua undicesima edizione al timone della trasmissione di Italia 1, riuscendo anche a battere la coppia Luca e Paolo. “Rispetto agli esordi sono diventata meno frettolosa, gestisco meglio l’ansia. All’inizio imparavo i lanci e li ripetevo di getto, senza nemmeno pensare a quello che dicevo. Oggi ho imparato ad assaporare il momento, a godermi la diretta”, dice la moglie di Francesco Totti al Corriere della Sera.

Ilary Blasi, da Le Iene al Grande Fratello Vip

Anche quest’anno Ilary Blasi sarà affiancata da Teo Mammucari, definito “divertente, imprevedibile e permaloso”. Quest’ultimo aggettivo non sembra affatto riguardarla, come dimostrato dalla sua reazione alle provocazioni della Gialappa’s Band. “Non me la prendo mai, mi piace stare al gioco e mi diverto. La Gialappa poi è una garanzia, un valore aggiunto per la prontezza e l’ironia che mette nel programma”, ha commentato.

Tornando a Le Iene, cosa segna il loro successo dopo 20 anni di messa in onda? “È un programma che si autorinnova naturalmente. Anche se il format è sempre lo stesso, i servizi sull’attualità e di denuncia, gli scoop e i filmati di alleggerimento sono sempre nuovi. Le Iene alternano lo scherzo alle inchieste, sono un programma dove c’è di tutto”, dice.

E sul Grande Fratello Vip, definito talvolta fin troppo trash, come risponde la Blasi? “Che in realtà è pop. Il trash è anche negli occhi di chi guarda. È un modo per passare una serata di divertimento e spensieratezza, che alterna momenti diversi: quello più scherzoso, quello più emozionante, quello più serio”. Ilary non si definisce social e non ha l’ansia di essere costantemente connessa. “Ma nel GF c’è un po’ di tutto, mi ricorda le storie di Instagram, come se ogni concorrente postasse frammenti della sua vita: sono Instagram stories 24 ore su 24”.

E come ha commentato le recenti discussioni, tra la bestemmia costata carissima a Marco Predolin e le frasi simil omofobe di Giulia De Lellis? Ieri abbiamo sicuramente assistito alle conseguenze, ma anche Ilary lo ha confermato: “Non le passiamo sotto silenzio, l’omofobia è un argomento attuale e su cui bisogna stare attenti. Ma non mi piace il ruolo della maestrina: con loro non faccio né la cattiva né l’amica. Mi sento conduttrice ma anche telespettatrice allo stesso tempo, penso a quello che mi piacerebbe vedere”.

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI