Il cuore e la spada: Bruno Vespa presenta il suo ultimo libro a Studio Aperto

09/11/2010 di Laura Errico

Dopo “Donne di cuori- Duemila anni di amore e potere. Da Cleopatra a Carla Bruni, da Giulio Cesare a Berlusconi”” esce un nuovo libro scritto da Bruno Vespa, che tratta nuovamente del rapporto tra l’amore e il potere.

Il conduttore del programma della prima rete Rai Porta a Porta ha presentato la sua nuova opera, che si intitola “Il cuore e la spada”, ai microfoni di Studio Aperto.

Dapprima ha spiegato il significato del titolo del suo ultimo libro:

Perché questi uomini politici da Cavour fino a Silvio Berlusconi vengono visti nel doppio ruolo, sia nella storia politica che nel loro essere uomini, e quindi i loro difetti, i loro pregi e i loro amori, quelli di Cavour, quelli del Cavaliere. Quindi c’è il cuore, c’è la spada, ci sono i loro contrasti, le loro battaglie, ma anche i loro sentimentalismi.

Poi il giornalista ne ha illustrato brevemente il contenuto:

C’è tutta la storia d’Italia degli ultimi duecento anni: da prima del Risorgimento fino a due settimane fa. Quindi ci sono dei confronti: allora c’erano degli entusiasmi che mi piacerebbe rivedere oggi perché l’Italia ha bisogno di una scossa… Ci sono anche i fatti della casa di Montecarlo, senza nessun mio giudizio personale. Ci sono fatti inediti e poi il lettore giudicherà… L’ultimo capitolo è dedicato all’ultima fase del divorzio tra Silvio Berlusconi e Gianfranco Fini, che è anche determinato da ragioni caratteriali, dato che sulle ragioni politiche io non riesco a darne una lettura se non il fatto che Fini sia oggettivamente pentito di aver fatto il Popolo della Libertà.

COMMENTI