Ignazio Moser replica a ex gieffina: “Per avere personalità parla di me e Cecilia?” – VIDEO

21/07/2020 di Emanuela Longo

A meno di 24 ore dalla frecciatina dell’ex gieffina Barbara Alberti contro Ignazio Moser e Cecilia Rodriguez, è arrivata la replica del ragazzo. Nonostante la vacanza in Sicilia insieme alla fidanzata, a Jeremias Rodriguez ed alla compagna di quest’ultimo, Ignazio non ha particolarmente gradito le parole della ex concorrente dell’ultimo GF Vip ed ha preferito replicare con un duro video proprio tramite le Instagram Stories del cognato, poi pubblicate anche sul suo profilo.

Ignazio Moser replica a ex gieffina dopo frecciatina

Ignazio Moser e Cecilia Rodriguez

Barbara Alberti in collegamento con la trasmissione Ogni Mattina, ieri aveva commentato in modo critico i desideri espressi da Ignazio Moser per il suo compleanno ed in merito aveva asserito:

Lui è famoso per essere figlio di suo padre Francesco Moser, Cecilia Rodriguez per essere sorella di Belen… Forse dovrebbero entrambi desiderare di avere una personalità loro…

Parole, queste, che non sono andate giù alla coppia ed in particolare ad Ignazio che durante la sua vacanza ha deciso di dedicarle una replica via social:

Abbiamo un messaggio per le signore che si occupavano un tempo delle rubriche a luci rosse, nel 1983 per la precisione.

Così ha esordito Moser, sarcasticamente, sostenuto dal cognato Jeremias e riferendosi a Barbara Alberti, pur senza mai citarla.

Signora continua a divertirsi con quelle belle chat erotiche, non parli di me! Io sto benissimo, sono in vacanza e ci divertiamo un sacco… Se non accetta l’umorismo signora… Lei invece per avere personalità parla di noi, che personalità ha, signora?

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Anche in vacanza non rinuncio alle cose sane, oggi merenda con Protein Muesli di @foodspring_it, ottimo per uno snack estivo 👌🏻#foodspring #adv

Un post condiviso da Ignazio Moser (@ignaziomoser) in data:

Classe 1984, nata a Lecce. Blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI