If I Can Dream: primo esperimento verso un’innovativa forma di reality show

20/12/2009 di Emanuela Longo

Per chi sogna di sfondare nel mondo dello spettacolo, può tentare la carta dei talent show, che possono trasformarsi, se ben sfruttati, in un ottimo trampolino di lancio.
Negli Stati Uniti però, stanno pensando a qualcosa di particolare, ovvero, ad un reality show costituito da soli cinque concorrenti, tra cui un musicista, un attore, due attrici e una modella. Uno di loro, ce la farà a mantenere i riflettori puntati su di sè, il maggior tempo possibile, anche al termine del reality?

If I Can Dream è il nome dell’ultimo prodotto made in USA, realizzato da Simone Fuller (lo stesso ideatore di American Idol), che andrà in onda a partire dal prossimo anno.

La particolarità del programma, consisterà nel fatto che i cinque partecipanti, saranno costantemente sotto l’occhio delle telecamera, 24 ore su 24, in diretta streaming sul web, ma avranno anche la possibilità di interagire col pubblico da casa, attraverso vari media: web, tv, radio, telefoni cellulari, per poi rispondere direttamente sulla pagina web del reality.
I vari concorrenti si trasferiranno a Hollywood Hills, ma resteranno fissi solo nel numero: sarà il pubblico a decidere se eliminarli o farli arrivare fino alla fine. Nel primo caso, verrà avviato un nuovo casting per consentire a nuovi concorrenti di provare a sfondare nel mondo dello spettacolo.

Un modo di vivere i reality come non era mai accaduto prima d’ora, dunque, in cui la tecnologia sarà coinvolta a 360°, così come il giudizio del pubblico che li segue, per dare vita ad una nuova frontiera dell’entertainment.

Classe 1984, nata a Lecce. Blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI