I Re della griglia: su DMAX il primo talent culinario al via stasera 27 ottobre

27/10/2014 di Federico Lanza

A partire da questa sera, lunedì 27 ottobre 2014, su DMAX approderà il primo talent culinario, I Re della griglia, in onda dalle ore 21:10 circa per sei puntate e che vedrà la presenza di nove concorrenti che si sfideranno al fine di conquistare l’ambito titolo che permetterà solo ad uno di loro di andare in Svezia in vista dei mondiali di barbecue del 2015, oltre alla pubblicazione di un libro di ricette. Saranno proprio i barbecue Weber i protagonisti del primo talent cooking show targato Discovery.

Tra i nove concorrenti anche due donne in gara provenienti da tutta Italia e con motivazioni differenti, oltre che con storie familiari ma uniti dalla passione per la brace, la cucina, la convivialità e la natura. Ciascuno dei concorrenti ha una propria personalità che impareremo a conoscere. Strepitosa la giuria che vede la presenza di Chef Rubio, Paolo Parisi e Cristiano Tomei: conosciamoli meglio.

Chef Rubio incarna l’esuberanza. Già noto sul piccolo schermo per la sua partecipazione ad altri programmi tra i più amati di DMAX tra cui il celebre Unti e Bisunti. Oltre alla cucina, Chef Rubio colleziona anche altre passioni tra cui i tatuaggi, il rugby, i viaggi. Rubio si muove con disinvoltura tra mercati rionali e venditori di street food, parla delle tradizioni, dei luoghi di provenienza, di sapori e saperi. Rubio animerà la competizione con la sua competenza e simpatia.

Tra i giudici de I Re della griglia anche Cristiano Tomei, uno spirito curioso e allegro cultore delle materie prime e degli elementi primordiali della natura come il fuoco, la legna, la corteccia, le erbe selvatiche. Proprietario del famoso ristorante “L’Imbuto” di Lucca ama sperimentare. Innovatore esigente, artista selvaggio, Tomei porterà al talent semplicità e rigore insieme.

Infine, Paolo Parisi saprà regalare al programma freschezza e originalità. Noto per il suo uovo alla mandorla ottenuto nutrendo con latte di capra le galline ruspanti della sua cascina in Toscana e favorito da Gualtiero Marchesi, Parisi ama l’essenzialità delle materie prime, la vita all’aria aperta, la luce naturale e la libertà di animali e cose. E’ un allevatore-creativo, uno che crea “cose buone”, uno che a bordo del suo camper gira l’Italia per trasmettere il potere dei prodotti naturali, semplici, allevati e coltivati con suoi metodi e dunque garantiti. Adora la cottura alla griglia ottenuta sul barbecue Weber che porta sempre con sé. Cerca la genuinità al pari di Cristiano Tomei.

COMMENTI