Guendalina Tavassi, video intimi finiti online: “come l’ho scoperto, ora impossibile fermarli”

25/11/2020 di Emanuela Longo

La violenza contro una donna non va intesa unicamente come quella fisica. L’ex gieffina Guendalina Tavassi è una delle tante vittime di violenza. Da alcuni giorni l’influencer ha scoperto di essere stata derubata di alcuni suoi video intimi con il marito Umberto D’Aponte, poi diffusi tramite Telegram e Whatsapp e perfino caricati in alcuni dei maggiori siti di video porn0. Anche queste, di fatto, è una forma di grave violenza dal momento che la diffusione dei video non è stata autorizzata dai protagonisti, violando così l’intimità di entrambi.

Guendalina Tavassi, video privati rubati: ecco come è andata

Guendalina Tavassi

Proprio nel giorno in cui cade la giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne, Guendalina Tavassi ha voluto raccontare la dolorosa vicenda che la vede suo malgrado vittima di revenge porn (un reato anche in Italia) a Fanpage.it.

Guendalina, dopo il fattaccio è stata travolta da numerosi messaggi di solidarietà ed affetto ma purtroppo non mancano le cattiverie di chi addirittura ha creato dei video fake spacciandoli per suoi.

Ma come sono riusciti davvero ad entrare in possesso dei suoi video intimi? Lo ha raccontato lei stessa:

Non so com’è andata. Un tecnico con il quale mi sono messa in contatto ha addirittura visto che al mio ICloud era collegato un computer che aveva avuto accesso al mio telefono. Mio marito e io abbiamo usiamo lo stesso ICloud a cui sono collegati il pc, il mio telefono e il suo. Ma tra gli accessi c’era pure quello di questo server. Poi abbiamo recuperato una serie di mail in cui mi si chiedeva di accedere al mio account perché mi erano state rubate le password e io mi sono collegata più volte. Potrebbe essere accaduta qualunque cosa. Mi era capitato un fatto del genere in passato con il mio account Instagram. Mi avevano mandato una mail in cui mi chiedevano di accedere al mio account, io pensavo volessero darmi la spunta blu, ho cliccato e me l’hanno rubato. Succede in questo modo. Potrebbero avere hackerato il mio telefono così come quello di mio marito. Quei video erano in una cartella di foto nascoste. Non so com’è potuto accadere ma so che si sono sparsi in una maniera così veloce che è impossibile fermarli. Sono arrivata a pensare che spero ce l’abbiano tutti questi video, così che questa situazione termini.

Guendalina ha poi spiegato il modo sconvolgente in cui sia lei che il marito sono venuti a conoscenza del furto e della diffusione dei loro video intimi:

Ero a un parco giochi insieme ai miei figli quando mi ha chiamato un’amica da Napoli per avvertirmi. Pensavo fosse uno scherzo o un fotomontaggio com’era già accaduto quando stavo al Grande Fratello. Quando mi ha detto che i video erano miei e che erano girati nel mio bagno sono rimasta sconvolta. Contemporaneamente mi ha chiamato mio marito. Urlava, era sconvolto, lo aveva avvisato sua sorella. Apro Instagram e mi accorgo che ero stata bombardata dai messaggi dei miei follower che mi stavano avvisando.

La figlia maggiore, Gaia, ha subito compreso tutto dando immediatamente sostegno alla madre, ai più piccoli è stata raccontata una piccola bugia. Adesso, dopo i primi giorni di grande dolore, Guendalina ha iniziato a riprendersi:

Sono una vittima di questa cosa e non posso rovinarmi la vita. Il mio problema più grande adesso sono mia figlia Gaia, mia nonna e mio marito. A mia nonna non volevo farlo sapere, Gaia è un’adolescente e non voglio che sia bullizzata. E poi c’è Umberto, che di certo non è felice di sapere che i video di sua moglie sono in mano a tutta Italia.

Proprio il marito Umberto l’avrebbe presa molto male:

Sto cercando di farmi forza anche per lui. È molto geloso e già non concepiva certe foto scattate per lavoro, magari in costume, figuriamoci una cosa del genere.

E alle ragazze, oggi, la Tavassi consiglia di non fare mai video intimi. E, chi ha passato la medesima violenza, di ricordare sempre che non hanno fatto nulla di male.

Classe 1984, nata a Lecce. Blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI