Guè Pequeno contro Ghali: “Si veste da donna con la borsetta e non è neanche gay”

25/06/2020 di Valentina Gambino

Guè Pequeno contro Ghali

I rapper spesso si fanno la “guerra”. A volte perché hanno iniziato insieme ed uno, inevitabilmente, ha avuto più successo dell’altro. In alcuni casi, invece, per semplice antipatia. Di recente Guè Pequeno ha chiamato “fake” Ghali tra le pagine del Corriere della Sera.

Guè Pequeno contro Ghali: “Si veste da donna con la borsetta e non è nemmeno gay”

Non avremo mai un rapper nero al numero 1. Ghali è un fake. Appartiene all’universo fashion: non sarà mai un idolo del mondo di colore.

Ghali, alle prime accuse di Guè Pequeno ha replicato su Instagram in maniera breve e concisa:

Che palle, non sarò mai “l’idolo del mondo di colore”. L’album DNA è platino! Platino… quello vero, non fake.

Pequeno, naturalmente, non si è di certo fermato qui. Il rapper ha proseguito la sua personale “campagna” contro Ghali anche intervistato da Rolling Stone:

Un artista che va in giro vestito da confetto può andare bene per una sfilata ma non ha grande credibilità di strada. […] Io non sono razzista né omofobo ma vedere un rapper che va in giro vestito da donna con la borsetta mi fa ridere, che poi almeno fosse gay. Boh sono robe assurde.

Twitter, naturalmente, è già in rivolta.

Giornalista e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

COMMENTI