Grande Fratello 10: Gabriele viene eliminato. Mauro e Massimo si salvano dall’espulsione; Veronica e Marco… le bugie hanno le gambe corte

01/12/2009 di Valeria Panzeri

In uno sfavillante inizio di serata la Marcuzzi ci accoglie con uno spacco generosissimo che avrà dato le vertigini a mezza Italia.

La prima questione in sospeso riguarda Re Salame Mauro e il Pit Bull di Bari vecchia: verranno espulsi a causa della loro condotta poco ortodossa? Ma certo che no… si è gonfiato un po’ il palloncino soltanto per allungare il brodo.
L’arcinota lite che ha coinvolto Mauro, Veronica e Massimo, che avrete visto e rivisto, parte da un biscotto. Ebbene si, un piccolo innocuo omin di Pan Pepato, un frollino da nulla sottratto a Veronica da Mauro, dopo questa inaccettabile mancanza di rispetto la situazione sarebbe inevitabilemte degenerata in quasi stupro…
Veronica rincara la dose in diretta dicendo

Perché non avete fatto veder gli occhi di quest’uomo mentre mi costringeva?

Veramente tutto sopra le righe.
Passiamo ad un’altra questione che, sorpresa imperiale, riguarda di nuovo Veronica e il suo giovine compagno di giochi: Marco. Ebbene si, il diciottenne che la prima settimana aveva conquistato Carmen e poi è praticamente andato in letargo torna a spron battuto all’attacco della donna più desiderata della casa, altro che Elena di Troia, quella era una principiante da due lire al cospetto di Veronica. La Marcuzzi li interroga con la solita domanda di rito “C’è forse del tenero fra di voi?” Quale sarà stata la risposta? Non fate i timidi, la sappiamo tutti a memoria

No Alessia siamo solo amici.

Ovviamente compaiono video che testimoniano questa “amicizia”, messa alle strette Veronica asserisce che Marco le sussurra Ti amo all’orecchio da due giorni. Tutti lei se li trova quelli in sistema?!

Non poteva mancare il momento di pathos e va detto che, stavolta, è veramente triste in quanto viene letta una missiva che la madre di Gabriele ha indirizzato ad Elettra (il nome che il trans aveva da bambina). E già questo basterebbe per lasciar intendere quanta comprensione Gabriele abbia trovato, tant’è che nella lettera viene ribadito il concetto che la signora non ha mai accettato la trasformazione di Elettra che oggi è, inevitabilmente, Gabriele.

Dopo questa doccia fredda il povero Gabriele scopre anche di essere colui che deve abbandonare, IMMEDIATAMENTE, ci tengono al fatto che se ne vadano subito, da casa. Che ipocrisia in quelle facce tristi e in quegli abbracci meccanici, ma abbiate il coraggio delle vostre scelte: l’avete nominato, lo trovavate pesante? Si. Allora una semplice e più onesta stretta di mano e stop.

Si trova un modo per stemperare velocemente la dipartita ovvero focalizzarsi sulle nuove relazioni che sbocciano come viole in Primavera. Le coppie interessate riguardano Daniele, entrato settimana scorsa, e già in avanzato stato seduttivo con donna Carmela e Mattia, anch’esso new entry nella casa e nel cuore di Diletta. Questi ultimi sono decisamente passati ad uno stadio più avanzato di conoscenza. Ma non ci sono rose senza spine… cosa o chi sono le spine? I rosiconi che sono nella casa da quasi quaranta giorni e non hanno quagliato nulla, i protettori delle donne, i gladiatori de noiartri cioè George e Max. I due sputano veleno su Daniele e Mattia facendo proprio la figura delle zitelle inacidite.

Momento nominations: i nominabili sono i cinque ragazzi che risultano ultimi nella classifica di gradimento del pubblico. Si tratta di Diletta, Tullio, Marco, Giorgio (ma Giorgio è in casa, ne siamo certi?) e Mara. Ad intervallare la processione al confessionale ci pensa un siparietto formidabile, ovvero l’elezione dei peggiori della prova settimanale che, nella fattispecie, sono George e Maicol. La Marcuzzi dichiara che il tugurio è tornato a gran richiesta del pubblico… effettivamente è divertentissimo vedere le scene isteriche di Maicol in mezzo a due ragnatele finte. Uno sketch irresistibile.

Merita menzione la mossa di genio di Giorgio il quale fa gli auguri alla propria ragazza in diretta per il loro secondo mese insieme… ma se quaranta giorni li ha passati lì dentro?! Non valgono o, al massimo, valgono mezzo.

Infine ecco la lista nera dei nominati: Marco, Diletta, Tullio e Giorgio. Stavolta vale la pena dispiegare le forze mediatiche al fine di salvare Tullio, dopo che si è sentito dire da Diletta che lei l’ha un po’ accondisceso soltanto per non farlo rimanere male merita quantomeno il premio di consolazione che consta in una bella giornatona di Natale nella casa del Gf.

COMMENTI