Gossip news, Fabrizio Frizzi torna a sorridere dopo l’ischemia: prima foto insieme alla moglie e alla figlia

21/11/2017 di Emanuela Longo

A quasi due settimane dal post su Facebook con il quale Fabrizio Frizzi, il popolare conduttore Rai, rompeva per la prima volta il silenzio dopo l’ischemia e ad un mese dal brutto malore durante la registrazione de L’Eredità, ecco la prima foto pubblicata su un settimanale. Non si tratta di un servizio posato ma di uno scatto rubato e pubblicato sul settimanale diretto da Alfonso Signorini, Chi, sul quale Frizzi compare per la prima volta insieme alla moglie e alla figlia, durante una sua uscita dopo la brutta esperienza che lo ha visto protagonista.

Fabrizio Frizzi: prima foto dopo l’ischemia

Se è vero che l’arma principale di Fabrizio Frizzi sia sempre stata il sorriso, il conduttore lo ha dimostrato anche questa volta apparendo sorridente e sereno durante la passeggiata con la moglie Carlotta e la piccola figlia Stella. A pubblicare le prime foto dopo l’ischemia è stato il noto settimanale di gossip, Chi.

Era lo scorso 23 ottobre quando Fabrizio Frizzi fu colto da malore dopo una lieve ischemia che lo costrinse ad un ricovero presso l’Umberto I di Roma. Da allora però, la famiglia ha esplicitamente chiesto di non diffondere comunicati o bollettini medici e di rispettare la privacy del conduttore Rai. Fino allo scorso 10 novembre, quando è intervenuto su Facebook con un lungo post in cui ringraziava tutti ed annunciava la sua lotta in corso, desideroso di una veloce guarigione.

Gli scatti pubblicati sul nuovo numero di Chi evidenziano la ripresa, seppur lenta, di Frizzi verso una vita normale. Appare felice insieme alla figlioletta che sempre su Facebook aveva difeso dopo la diffusione di un account fake che lo immortalava subito dopo la nascita di Stella.

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI