Giovanni Ciacci: insulti omofobi dopo l’elogio a Barbara d’Urso, lo sfogo

03/01/2020 di Valentina Gambino

Giovanni Ciacci

Giovanni Ciacci si è sfogato su Instagram dopo avere ricevuto una inappropriata quantità di messaggi omofobi e commenti negativi. Il tutto è nato dopo gli ultimi ringraziamenti social all’amica Barbara d’Urso. L’ondata di odio scaturita, ha creato in lui notevole smarrimento, tanto da volere condividere il suo pensiero con un lungo messaggio per denunciare l’accaduto.

Giovanni Ciacci insultato sul web: commenti omofobi, lo sfogo

Ciacci infatti, è stato accredito da numerosi messaggi creati da account fake che vomitano odio nei confronti dei personaggi famosi. Dopo avere dedicato a Barbara d’Urso parole di stima, Giovanni è dovuto difendere dalla brutalità degli hater: “Sono stufo di ricevere minacce e insulti omofobi, di genere, commenti inopportuni e inappropriati sui miei social”, ha esordito.

Lo sfogo di Giovanni Ciacci continua:

Ho chiesto alle autorità competenti di controllare i profili che puntualmente scrivono con tanta cattiveria e violenza. Purtroppo possono farci poco se non con un’indagine lunga e minuziosa risalire a chi è dietro a tanto odio gratuito. Sono sempre profilo privati, chiusi e con pochissimi follower o peggio ancora intestati a bambini minorenni.

Forse sarebbe il caso se tutti per aprire i propri profili social dovessimo dare un documento di identità o codice fiscale così da risalire immediatamente agli odiatori seriali che si nascondono sotto falsi profili . Serve con un urgenza questo provvedimento. Ma possibile che nessun social abbia pensato a una soluzione così semplice, quella di certificare tutti i profili?

Aiutatemi amici in questa battaglia perché, nel bene e nel male, nella vita uno deve sempre metterci la faccia come ho sempre fatto io, senza nascondersi dietro a profili fake per difendersi o promuovere questo o quel personaggio.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Sono stufo di ricevere minacce e insulti omofobi,di genere , commenti inopportuni e inappropriati su i mei social.Ho chiesto alle autorità competenti di controllare i profili che puntualmente scrivono con tanta cattiveria e violenza , purtroppo possono farci poco se non con un indagine lunga e minuziosa risalire ai chi è dietro a tanto odio gratuito. Sono sempre profilo privati , chiusi e con pochissimi follower o peggio ancora intestati a bambini minorenni .Forse sarebbe il caso se tutti per aprire i propri profili social dovessimo dare un documento di identità o codice fiscale così da risalire immediatamente agli odiatori seriali che si nascondono sotto falsi profili . Serve con un urgenza questo provvedimento … ma possibile che nessun social abbia pensato ad una soluzione così semplice quella di certificare tutti i profili ? Aiutatemi amici in questa battaglia … perché nel bene e nel male nella vita uno deve sempre metterci la faccia come ho sempre fatto io e no nascondersi dietro a profili fake per difendersi o promuovere questo o quel personaggio … #verità #nofake #profilicertificati #stopalbullismo #stopomofobia #stop @instagram @facebook @twitter @tiktok #help

Un post condiviso da Giovanni Ciacci (@giovanniciacci) in data:

Giornalista e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

COMMENTI