Giacomo Urtis la spara grossa e Rosalinda Cannavò replica in maniera perfetta, ecco cosa è successo

21/03/2021 di Valentina Gambino

Giacomo Urtis e Rosalinda Cannavò

Scivoloni dopo scivoloni fuori dalla Casa del Grande Fratello Vip. Dopo la spiacevole battuta del padre di Francesco Oppini su Dayane Mello, arriva la presa di posizione di Giacomo Urtis nei confronti di Rosalinda Cannavò e la sua volontà di raccontare pubblicamente di avere subito degli abusi quando era adolescente. 

Urtis la spara grossa e Rosalinda Cannavò replica in maniera perfetta 

Rosalinda ha condiviso l’agghiacciante (permettetemi di scriverlo) risposta che Urtis ha dato ad una follower su Twitter, svelando, a sua volta, di essere stato vittima di abusi quando aveva appena 6 anni:

Rosalinda nemmeno la sentivamo, io e Sonia parlavamo di altro. Comunque anche a me mio cugino mi ha abusato quando avevo 6 anni. Ma non vado a spiattellarlo per creare pietismo. 

Giacomo, quindi, conosce perfettamente il dolore che si porta dentro Rosalinda e, invece di creare empatia parla di pietismo? La risposta (perfetta) della Cannavò non si è fatta attendere tramite le storie del suo profilo:

Caro Giacomo Urtis, ti rispondo attraverso un social solo ed esclusivamente per il fatto che mi hai mostrato pubblicamente attraverso Twitter poco tatto tirando fuori un argomento che, essendo stato anche tu un bambino abusato, è davvero delicato e posso dirti inoltre che mi sembra inconcepibile che la parola pietismo esca proprio dalla tua bocca

Premettendo che sono scelte e non mi permetto di giudicare la tua, dirlo o non dirlo, farlo al Grande Fratello Vip, piuttosto che su Twitter come hai fatto tu, è un diretto e ripeto una scelta. 

Il fatto che il mio raccontare abbia dato il coraggio a tante donne di denunciare qualsiasi forma di maltrattamento per me rende il tuo commento alquanto ridicolo e insignificante… detto questo ti consiglio di riflettere prima di tirare in mezzo certe tematiche, soprattutto se conosci il peso di quel tipo di sofferenza.

Tanto di cappello per la risposta perfetta di Rosalinda Cannavò, io non sarei stata tanto diplomatica. 

Urtis aggiusta il tiro

Il tweet di ieri forse l’ho scritto male, e mi scuso con tutte. Rosalinda quando parlava, io e Sonia non sentivamo quindi parlavamo di altro. Difenderò sempre le persone che subiscono queste ingiustizie anche perché le ho subite anche io. 

 

Blogger e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

COMMENTI