GF Vip 2, “Batti le mani schiocca le dita” di Luca Onestini è un plagio? Band italiana denuncia l’accaduto – VIDEO

29/11/2017 di Emanuela Longo

Colpo di scena al Grande Fratello Vip 2017, a pochi giorni dalla finalissima. Mentre Luca Onestini si gode gli ultimi momenti nella casa insieme al suo amico Raffaello Tonon, entrambi in nomination, qualcuno fuori dal reality sta sollevando un polverone proprio contro l’ex tronista di Uomini e Donne e quel tormentone che inconsapevolmente avrebbe lanciato durante la sua permanenza. Il celebre “Batti le mani, schiocca le dita” che tanto ha fatto sorridere al punto da essere stato coniato nelle varie versioni dialettali italiane, potrebbe essere un plagio.

“Batti le mani schiocca le dita” di Luca Onestini è un plagio?

Doccia fredda tra coloro che credevano di poter attribuire a Luca Onestini il tormentone di questo GF Vip 2. Forse l’ex tronista neppure sapeva del clamore che avrebbe avuto fuori dalla Casa tanto da trasformare una semplice canzoncina goliardica in vero tormentone nazionale diventando virale sui social e non solo. Subito dopo aver compreso il potenziale, sarebbero già spuntati i gadget con la frase della canzone.

Ora però, ecco il colpo di scena: il Batti le mani, schiocca le dita potrebbe essere un plagio. È quanto trapela da ImperiaPost.it, secondo il quale una band ligure, I Belli Fulminati Nel Bosco, avrebbe reclamato la paternità del celebre tormentone. Il loro testo sarebbe appena leggermente differente: “Batto le mani, schiocco le dita, faccio scorregge tutta la vita”. Muta una parola ma i componenti della band avrebbero comunque intravisto una grande somiglianza rivendicandone la genialità e parlando di plagio, dopo essere stati informati dai loro fan.

La band registrò il pezzo alla Siae nel 2015 e dopo la vendita di gadget grazie a Luca Onestini hanno deciso di farsi sentire tanto da voler contattare le trasmissioni Mediaset, da Striscia la Notizia al Grande Fratello Vip, passando per Pomeriggio Cinque, per raccontare la loro versione dei fatti e, nel caso, agire per vie legali. Ecco di seguito il confronto tra i due pezzi.

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI