Fratelli detective, Serena Autieri: “Ho accettato la parte per la moto”. Ed intanto prepara il suo secondo disco

24/05/2011 di Luana Zotti

Serena Autieri è tra le attrici della serie televisiva “Fratelli detective”, in onda dal 16 maggio, dove interpreta il ruolo di Valentina. “Valentina è una barista dinamica e grintosa che si rimette in gioco dopo una delusione amorosa ma che nasconde la propria emotività”- dice Serena a “Vero tv” – “Finché irrompe nella sua vita Francesco Forti, ovvero Brignano, un ispettore di polizia assistito nelle sue indagini da Lorenzo, geniale fratellino undicenne. E’ un ruolo che riflette la mia autoironia e nel quale ho dovuto inventarmi qualche asprezza di carattere che non mi appartiene. Ma il motivo per cui ho accettato la parte era la moto”.

Viene da chiedersi: perché proprio la moto?

Sì, Valentina è una patita delle moto Ducati. Come me, che sono pure tifosa di Valentino Rossi, e come mio marito: quest’estate, tra l’altro faremo una vacanza sulle due ruote in Sicilia o in Sardegna. Nell’attesa, sul set, ho davvero guidato la moto, salvo quando motivi di sicurezza imponevano la controfigura.

Oltre a recitare, Serena Autieri, coltiva anche la passione per la musica.

Sto preparando il mio secondo disco, i cui testi verranno in parte scritti da me: un album con melodie tipiche del pop italiano e influenze da altri ambiti musicali. Come cantante, del resto, ho cominciato con il rhythm and blues e sono arrivata alla tradizione napoletana, passando per il rock. Allo stesso modo, da attrice, ho fatto cinema, televisione, musical. Posso dire che ho un’anima jazz, perché il jazz mescola generi diversi e, in questo, è come il mestiere dell’attore. Richiede di sperimentare. Cerco di fare ciò che mi piace. E, comunque, la versatilità è giustamente tornata un valore, non solo perché siamo in un periodo di crisi: un attore deve essere completo, deve saper ballare, cantare, recitare.

COMMENTI