Forte forte forte, anche la seconda puntata è flop: il talent show più brutto della storia a rischio chiusura?

24/01/2015 di Valentina Gambino

Forte forte forte a rischio chiusura? Dopo l’angosciante scelta dei 14 potenziali partecipanti schierati in piedi sul palco cantando una canzone a ‘mo di cantilena per fare perdere i sensi al pubblico da casa, abbiamo veramente toccato il fondo. Io sinceramente poi, sono stanca di leggere: “Raffaella Carrà è un mostro sacro della televisione!”, ma è un essere umano e – come tale – ha ideato insieme al suo ex compagno e regista Sergio Iapino un progetto brutto che più brutto non si può, il talent show meno coordinato e baggiano della storia del programmi musicali. Brutto in tutto. Brutta e poco unita la giuria, con poca esperienza (evidente), pessimi i concorrenti, stonati, talvolta ridicoli e pieni, zeppi, colmi di vittimismo. I cosiddetti “casi umani”, sì. Mi spiace scriverlo e ancor di più pensarlo e dirlo ad alta voce.

Forte forte forte a rischio chiusura? Il talent show più brutto della storia floppa clamorosamente

Forte forte forte sembra un programma ideato da una rete regionale, fatto in fretta e furia e, una come Lorella Cuccarini, dopo questo orrore dovrebbe solo essere felice per non averne preso parte. Gli ascolti tv sono al ribasso, e il programma è stato battuto dall’ultima puntata di Senza identità, la Fiction Tv con protagonista Megan Montaner, la Pepa de Il Segreto (clicca qui per leggere le anticipazioni e scoprire come vedere l’ultimo episodio in replica streaming). La “preghiera” sul palco in attesa della scelta è stata uno spaccato di televisione davvero agghiacciante, una idea così brutta che non poteva fare peggio nemmeno la nostra Barbarona Nazionale, regina del trash.

Raffaella Carrà girare intorno ai potenziali concorrenti, toccarli, sfiorarli, avvicinarsi e fare di “no” con la testa, mentre questi qui, come dei poveri disperati cantavano senza interruzione (ho avuto voglia di spegnere la televisione prima del tempo): “Ormai è andata, però mi sento come un marinaio che governa la vela in un mare agitato ce la farò, io ce la farò con un po’ di fortuna ce la farò, come un gabbiano che cerca il suo nido ho un po’ di paura ma ce la farò. Come scalare un’alta montagna avendo raggiunto quasi la cima potessi volare fino a lassù sarebbe la gioia più grande per me, ce la farò, io ce la farò… “, giusto per darvi un assaggio.

Ed intanto Forte Forte Forte e i suoi ascolti flop potrebbero portare il programma più brutto della storia della televisione italiana alla chiusura anticipata. Ieri sera, la seconda puntata si è portata a casa 3 milioni 84mila spettatori e il 13.67% contro i 4 milioni 94mila spettatori con il 15.91% di share di Senza identità.

Giornalista e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

COMMENTI