Film in Tv: Quei bravi ragazzi, stasera alle 23:40 su Rete 4

08/11/2010 di Caterina Cerretani

Va in onda in seconda serata su Rete 4 Quei Bravi Ragazzi, film di Martin Scorsese del 1990 basato sulla vita reale del pentito Henry Hill.

Il protagonista interpretato da Ray Liotta, figlio di emigranti italo-irlandesi, ha una sola aspirazione: diventare un gangster. E ci riesce. Ancora adolescente, infatti, entra a far parte della piccola mafia dei quartieri poveri di New York. Affiancato a Jimmy Conway (Robert De Niro), Tommy DeVito (Joe Pesci) intraprende la carriera criminale scoprendo, ben presto, la ferocia dei boss locali e dei suoi stessi amici capaci di uccidere ferocemente senza nessuna remora.

A Hanry però non viene ordinato di uccidere e vive la sua vita senza problemi di coscienza, sentendosi comunque importante nell’ambiente.

La banda passa in breve tempo dai piccolo crimini allo spaccio di droga, ma Hanry, che non riesce a stare al passo,viene arrestato.

Allontanato dalla banda perchè considerato pericoloso,senza un soldo, e, dopo la morte di Tommy, senza un amico, capisce di non avere più via di scampo. Braccato dall’FBI, rivela in un processo tutto ciò che sa mettendosi contro “quei bravi ragazzi”.

La realtà della mafia viene descritta in questo film di Scorsese con tocco documentaristico.

Non ci troviamo di fronte a un film sulla mafia, ma a un film sulla realtà della mafia. Il regista ha preferito abbandonare la retorica su questo genere per analizzare i comportamenti quotidiani di un gangster qualsiasi. Si racconta la normalità del delitto e l’assuefazione alla violenza associati alla vita quotidiana dei goodfellas: comportamenti familiari, differenze etniche, come lavorano, come si vestono e come si divertono.

Capolavoro del genere è anche considerato uno dei migliori film di Scorsese.

COMMENTI