Fedez risponde a Pillon: il discorso da standing ovation contro l’omotransfobia – VIDEO

31/03/2021 di Valentina Gambino

Il centrodestra ha bloccato ancora una volta il disegno di legge Zan sull’omofobia. Un ostruzionismo che ha provocato durissime reazioni anche fuori dal Parlamento e prese di posizione nette come quelle di Elodie e Fedez.

Fedez risponde a Pillon

Fedez risponde a Pillon, il discorso è da applausi

Elodie, dopo avere appreso la notizia dell’ostruzionismo in Parlamento si è rivolta al senatore leghista Simone Pillon e delle sue dichiarazioni contro aborto e diritti Lgbt: “Questa gente non dovrebbe stare in Parlamento. Questa gente è omotransfobica”.

Contro le parole del leghista è intervenuto anche Fedez, da sempre in prima fila insieme alla moglie Chiara Ferragni contro l’omotransfobia:

Oggi, il senatore Pillon ci stupisce con una nuova esilarante dichiarazione dicendo che il ddl Zan non è una priorità e io dico che il senatore Pillon ha basato la sua intera carriera politica trattando solo ed esclusivamente questi temi, lui è famoso per essere quello del Family day e oggi si toglie dal dibattito così? 

Ma veniamo ai bambini che si truccano. Io dico una cosa da padre: io ho un figlio di 3 anni che gioca con le bambole e questa cosa non mi desta alcun tipo di turbamento e non desterebbe nessun turbamento in me nemmeno se un giorno dovesse decidere di truccarsi o mettersi il rossetto, perché mio figlio ha diritto di esprimersi come meglio crede; la cosa che mi destabilizzerebbe un po’ è sapere che vive in uno stato che non tutela il suo sacrosanto diritto di esprimersi in piena libertà, cercando di arginare le dinamiche discriminatorie e violente che molto spesso si generano in questo Paese. Questa è per me la priorità.

Il VIDEO con le parole di Fedez ti aspetta in apertura del nostro articolo.

Blogger e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

COMMENTI