Fabrizio Bucci, attore di Terra Ribelle: “Sono stato uno stupratore e Gesù”

17/10/2010 di Simone Morano

Terra Ribelle, in onda da stasera su Raiuno

Nella fiction Terra Ribelle, in onda da stasera su Raiuno, interpreta Jacopo, il figlio del padrone rivale di Andrea (figlio di una serva e suo amico fraterno) nella conquista dell’amore di Elena. Jacopo si inserisce nella storia tra Elena e Andrea, provando a mettere in pericolo il loro sentimento.

Parliamo di Fabrizio Bucci, attore trentunenne romano. Abituato a ruoli da cattivo (ha vestito i panni dello stupratore di santa Maria Goretti, e ha interpretato il ruolo dell’antagonista in Don Bosco, San Pietro e Giovanni Paolo II), nel suo curriculum può vantare, però, anche L’inchiesta di Giulio Base, in cui impersonava Gesù.

Racconta Bucci:

Evidentemente ispiro i registi per questo tipo di interpretazione. Terra Ribelle ha costituito un’esperienza formativa sia dal punto di vista professionale che dal punto di vista umano. Cinzia (Th. Torrini, la regista, ndr) pretende molto, ma sa dare ancora di più.

L’attore parla anche dello stato attuale della televisione italiana:

Non amo molto i reality, anche se capisco che possano rappresentare un’occasione per chi vuole entrare nel mondo dello spettacolo. Non li capisco, ma non giudico chi decide di fare queste esperienze.

Il cinema nostrano, invece,

è in lenta rinascita, abbiamo molti registi su cui puntare. Uno su tutti, per esempio, è Sorrentino, che sa raccontare bene l’Italia a livello internazionale.

Il sogno di Bucci, infine, è

lavorare con Martin Scorsese, il numero uno. Ma in realtà non oso nemmeno sognarlo, è giusto che un attore abbia il suo mito, e , allo stesso tempo, rimanga con i piedi ancorati a terra.

COMMENTI