Fabio Caressa, scherzo Le Iene: anche Benedetta Parodi vittima, figlia ricatta prof – VIDEO

19/05/2020 di Emanuela Longo

Fabio Caressa su tutte le furie come non lo abbiamo mai visto, nello scherzo de Le Iene di stasera e che ha visto vittima, a sua insaputa, anche la moglie Benedetta Parodi. Tutta colpa della figlia Matilde, che per la seconda volta torna ad essere complice del programma di Italia 1. Dopo lo scherzo alla madre è arrivato il tempo di divertirsi anche alle spalle del padre.

Fabio Caressa, scherzo Le Iene: figlia ricatta prof con un video

Fabio Caressa

Siamo in pieno lockdown ma Le Iene riescono comunque a mettere a segno uno scherzo strepitoso ai danni di Fabio Caressa. Insieme al fidanzato Jacopo, la ragazza si rende protagonista di un episodio ai danni della prof di filosofia (attrice de Le Iene), in collegamento web per le consuete video-lezioni in streaming.

La didattica a distanza però ha i suoi contro: la finta prof, al termine di una interrogazione non proprio brillante per la giovane Caressa, non accorgendosi di aver lasciato la webcam accesa, dopo aver salutato il marito è finita a letto con il suo amante… il tutto mentre Matilde ed il fidanzatino riprendevano tutto con il cellulare.

Quel video compromettente la ragazza lo avrebbe fatto girare in rete tra le compagne per poi ricattare la prof per ottenere buoni voti in filosofia. Papà Fabio alla fine viene a sapere tutto, andando su tutte le furie e tentando di assecondare la prof, nel frattempo lasciata dal marito. Il tutto mentre per l’intera serata ha tuonato contro la figlia:

Vai in galera per questa cosa, hai capito? Vai in galera. È una cosa penale, adesso c’abbiamo un processo, Tu ti rendi conto? Certo che sporge denuncia: danni materiali, morali!

Ma è solo l’inizio di un vero e proprio incubo, almeno fino all’arrivo di Nicolò De Devitiis.

CLICCA QUI PER IL VIDEO COMPLETO

(appena disponibile, in aggiornamento)

Classe 1984, nata a Lecce. Blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI