Eva Grimaldi “Gabriel Garko? Storia nata a tavolino: sapevo che era gay, serviva una protezione”

17/10/2020 di Emanuela Longo

Eva Grimaldi e Gabriel Garko

Oggi Eva Grimaldi si definisce una donna finalmente felice accanto alla donna che ama. A Verissimo però ha anche ricordato gli anni vissuti accanto a Gabriel Garko. Un rapporto sincero, anche se del tutto diverso rispetto a quello che entrambi hanno fatto a lungo credere. L’attrice ha ripercorso le tappe salienti della loro forte amicizia e di quell’amore creato a tavolino.

Eva Grimaldi parla di Gabriel Garko a Verissimo

Per Eva Grimaldi, ancora oggi Gabriel Garko rappresenta una persona fondamentale nella sua vita. A Verissimo ha raccontato, parlando del collega:

Gabriel è il mio amore, l’ho amato subito. Si parla tanto oggi, sui social dicono che abbiamo mentito, ma noi ci siamo amati tanto, con la lealtà, con il rispetto. Io ho accettato che Gabriel fosse il mio fidanzato, mi sono rivista negli anni in cui sono arrivata a Roma, lui era ingenuo, era una sorta di protezione. La nostra è stata una storia nata a tavolino, tutti si scandalizzano, ma tutto nasce a tavolino, nulla è per caso, all’epoca per promuovere film o fiction, tutto era costruito a tavolino.

Eva ha quindi commentato come abbiano in seguito voluto ricreare la coppia di lei e Garko con altri personaggi, riferendosi a quella di Gabriel ed Adua Del Vesco oppure a quella di Adua e Massimiliano Morra, ed ha spiegato quali erano le differenze rispetto alla sua storia:

Io e Gabriel mangiavamo insieme, vivevamo insieme, loro no, abitavano in case diverse, anche Adua e Massimiliano, tutte le fidanzate che son passate dopo di me. Io mi ritengo davvero la sua fidanzata, io per lui ci sono sempre, tanto che quando ci siamo unite con Imma, dovevo invitare sia Tarallo che Gabriel ma volevo dirlo in faccia a Tarallo della mia scelta ma non è stato possibile, io ho scelto di stare vicino a Gabriel perché era più debole, più fragile.

La Grimaldi ha poi raccontato che durante la finta storia con Gabriel non ha avuto nessun altro:

Io non potevo avere un fidanzato mentre stavo per Gabriel. Io sapevo tutto di Gabriel (e della sua omosessualità, ndr) ma serviva una protezione. Ci siamo allontanati quando mi sono sposata, dicevo ad Alberto ‘ma perchè non mi chiama?’ e lui mi diceva che io gli avevo detto di non farlo perché mio marito era geloso, ma non era vero. Ci siamo riavvicinati grazie a Imma (Battaglia, ndr), dopo che lui uscì dall’agenzia.

Classe 1984, nata a Lecce. Blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI