Paura per Enzo Salvi, il suo pappagallo preso a sassate: trauma cranico e aggressione, ecco cosa è successo

30/06/2020 di Valentina Gambino

Enzo Salvi e il suo pappagallo Fly

Drammatica esperienza per Enzo Salvi e il suo amatissimo pappagallo Fly, preso a sassate da un perfetto sconosciuto senza alcun motivo. “Avrei voluto fare una diretta per ringraziare tutti ma sono troppo scosso per l’accaduto e non riesco a trattenere le lacrime”, in questo modo, l’attore, ha raccontato sui social cosa è accaduto in queste ore.

Paura per Enzo Salvi, il suo pappagallo preso a sassate: trauma cranico e aggressione

Bruttissima giornata per Enzo Salvi che si è ritrovato a dover soccorrere il suo amato pappagallo Fly colpito con violenza da una pietra alla testa e poi preso pure a calci dell’aggressore.

In un post pubblicato su Facebook l’attore ha annunciato che il pappagallo è riuscito a superare la notte, non sta ancora in equilibrio a causa del trauma cranico, ma spera si possa riprendere. Ma cos’è successo? L’accaduto lo racconta lo stesso Enzo Salvi al Corriere: Lunedì 29 giugno il comico al fianco di un amico si trovava a Ostia Antica e stava facendo volare libero Fly che ad un certo punto si è posato su un palo alto 7-8 metri.

Inaspettatamente è uscito un 25enne che ha cominciato a tirare sassi all’animale fino a colpirlo e a farlo precipitare. Non pago si è scagliato anche contro i due uomini: su Salvi che tentava di soccorrere l’animale e sull’amico che cercava di riprendere la scena con lo smartphone.

Secondo Enzo, l’aggressore sarebbe stato arrestato, ma in una nota l’Ansa riporta “secondo quanto si è appreso, il 25enne del Mali è stato rintracciato e denunciato dai carabinieri della stazione di Ostia Antica per maltrattamento di animali”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Enzo Salvi (@enzo_salvi) in data:

Blogger e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

COMMENTI