Elisabetta Gregoraci, svelato il mittente del mazzo di fiori: Oppini e Enock “assenti” al compleanno

12/02/2021 di Valentina Gambino

Elisabetta Gregoraci

Nel corso delle Chicche di gossip di Gabriele Parpiglia durante Casa Chi, le danze si sono aperte con il compleanno di Elisabetta Gregoraci che ha postato sui social un mazzo di rose che non finiva mai: qual è l’identità del mittente “segreto”?

Elisabetta Gregoraci, il mazzo di rose per il compleanno: ecco da parte di chi

Alfonso le ha chiesto chi le ha inviato le rose e non è stato Flavio Briatore. C’è in corso un compleanno-gate. Al pranzo di Elisabetta Gregoraci festeggiato a Roma sono stati invitati dal GF Vip solamente Giacomo Urtis, Matilde Brandi e Sonia Lorenzini e questa notizia non è stata presa bene dagli altri soprattutto da Enock e Oppini che con Elisabetta hanno stretto un rapporto di amicizia molto forte.

Parpiglia successivamente ha svelato l’identità della persona che ha mandato i fiori ad EliGreg:

Chi le ha mandato il mazzo di rose rosse? Qualcuno ha ipotizzato fosse stato Flavio Briatore. Altri hanno supposto un ritorno di Francesco Bettuzzi ma non è così. Quelle rose le ha inviate il figlio Nathan Falco Briatore, è stato lui. Indirettamente papà e figlio hanno mandato ad Elisabetta i fiori. Un gesto bellissimo perché loro si trovavano a Montecarlo. Il giorno prima hanno preso un volo privato festeggiando in maniera privata.

Poi Elisabetta Gregoraci ha festeggiato con gli amici e le rose rosse che hanno segnato in qualche modo la presenza di Nathan e Briatore. Parpiglia e Azzurra Della Penna hanno parlato pure del vestito indossato nel corso della diretta del GF Vip:

Nella puntata dell’8 febbraio Elisabetta che vestito aveva? Ha preso lo stylist di Belen Rodriguez e Giulia De Lellis, Giuseppe Di Cecca, quello della famosa “farfallina” di Sanremo.

Blogger e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

COMMENTI