Desperate Housewives, da stasera su RaiDue la settima stagione

01/02/2012 di Emanuela Longo

Le casalinghe disperate più amate del piccolo schermo stanno per tornare. L’appuntamento all’insegna della settima stagione della serie tv Desperate Housewives, venuta alla luce nel 2004 dalla mente di Marc Cherry, a partire dalla prima serata odierna approderà sulla seconda rete Rai, facendoci rivivere il geniale mix di commedia, giallo e dramma che solo a Wisteria Lane può esistere.

Susan (Teri Hatcher), Lynette (Felicity Huffman), Bree (Marcia Cross), Gabrielle (Eva Longoria) tornano così con tutti i loro segreti ed i loro scandali ma anche con i classici momenti di vita quotidiana ma, a partire proprio da questa settima stagione ci sarà anche la bella e pericolosa Renee (Vanessa Williams). L’appuntamento di questa sera prevede la messa in onda del primo episodio dal titolo Le brutte notizie viaggiano veloci. Andiamo a scoprire insieme quali appassionanti eventi coinvolgeranno le protagoniste dell’acclamata serie. SPOILER

Il ritorno di Paul Young (Mark Moses) a Wisteria Lane, dopo essere uscito di prigione, sconvolge gli animi degli abitanti del quartiere; l’uomo farà il suo ritorno con una nuova moglie, Beth (Emily Bergl), prendendo in affitto la vecchia casa di Susan, trasferitasi fuori città con Mike (James Denton) ed il piccolo Mj.

Bree, intanto, sembra essere fortemente attratta da Keith (Brian Austin Green), il tuttofare assunto per rimodernare la casa; Lynette riceve la visita inaspettata di Renèe, una sua vecchia amica del college e recentemente divorziata.

Per non farvi perdere il gusto della storia, ci fermiamo qui con le anticipazioni, in attesa della puntata d’esordio in onda questa sera sulla seconda rete Rai.

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI