Denise Pipitone e Olesya, slitta tutto a domani: famiglia contro tv russa “No a ricatto mediatico!”

05/04/2021 di Emanuela Longo

Caso Denise Pipitone, parla l'avvocato di Piera Maggio 

Era attesa per questo pomeriggio la svolta sul caso Denise Pipitone, ed invece slitta ancora. Dovremo attendere domani per scoprire se la bambina scomparsa dalla Sicilia 17 anni fa è davvero la 21enne russa Olesya Rostova o se si tratta dell’ennesimo buco nell’acqua. A Mosca la decisione è stata quella di rinviare a domani la messa in onda del programma nel quale sarà svelata la verità ma mamma Piera Maggio non ci sta.

Denise Pipitone: la famiglia non ci sta

Cresce la tensione soprattutto nella famiglia di Denise Pipitone e mamma Piera Maggio, nelle passate ore, ha alzato la voce tuonando su Facebook, insieme al marito e padre della piccola scomparsa, Pietro Pulizzi:

Il dolore di un genitore non si ripaga con il ricatto mediatico. Rimaniamo sempre cauti…Vogliamo certezza e basta.

A parlare all’Ansa è stato anche il legale della famiglia Pipitone, l’avvocato Giacomo Frazzitta:

Non vogliamo sottoporci a un ricatto mediatico da parte della tv russa. Se prima della trasmissione non ci faranno avere la documentazione relativa al gruppo sanguigno di Olesya e dell’eventuale test del Dna non parteciperemo ad alcun collegamento televisivo.

La famiglia non ha voglia di cedere a una strumentalizzazione mediatica di una vicenda che, a distanza di 17 anni rappresenta ancora una ferita aperta e per questo l’avvocato ha ribadito anche ad AdnKronos:

Se entro domani non ci faranno avere i dati del Dna e del gruppo sanguigno della ragazza mostrata in tv io e Piera Maggio non parteciperemo a nessun programma. Basta con questo circo mediatico.

Voglio prima avere sulla mia scrivania tutta la documentazione scientifica che ho chiesto, cioè gruppo sanguigno e Dna dopo di che basta. Noi avevamo avviato questa procedura in via privata perché pensavamo di sbrigarci presto. Invece loro non fanno nulla, basta. Non sottostiamo a nessun ricatto. Al momento non c’è nulla e siamo infastiditi da questi ritardi, dunque o domani ci fanno avere i dati al programma o non partecipiamo.

Classe 1984, nata a Lecce. Blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI