Denise Pipitone: “Aiuto mamma!”, contenuto lettera anonima e lo sfogo di Piera Maggio, ultime news

09/07/2021 di Valentina Gambino

caso Denise Pipitone e lettera anonima

Dopo il contenuto della lettera anonima svelato da Chi l’ha visto, del caso di Denise Pipitone si occuperà anche Quarto Grado, il programma di cronaca nera in onda su Rete 4.

“Aiuto mamma aiuto”, caso Denise Pipitone e lettera anonima 

Al centro della nuova puntata con Gianluigi Nuzzi ci sarà ancora la vicenda con protagonista la bimba scomparsa da Mazara del Vallo nel Trapanese il primo settembre 2004. Il caso è stato riaperto dalla procura di Marsala dopo 17 anni con nuove indagini. 

“La procura di Marsala procede a nuovi interrogatori, l’ex pm Maria Angioni, finita sotto indagine per false dichiarazioni, passa al contrattacco, annuncia il programma Mediaset.

Quarto Grado è stato diffidato dalla madre di Denise Pipitone, Piera Maggio. Nonostante questo, la squadra di Gianluigi Nuzzi ha continuato le indagini: si parlerà ancora del contenuto della lettera anonima?

Il contenuto della lettera

Il mese di settembre 17 anni fa io abitavo in quei contorni, orario più orario meno erano le 12.30-13, ho finito di lavorare, mi recavo a casa per andare a mangiare. Mi trovo in via della Pace, a quei tempi c’era il mercato, è stato di mercoledì, c’era una fila indiana di auto, a un certo punto io venivo dalla zona ospedale, via Salemi, salendo da via Pace. 

Mi esce una auto ad alta velocità dalla via Mongiolisi, sorpassando le auto in corsia, io venivo dalla Via Pace, lui gira a destra, c’erano auto in fila, si mette correndo nella mia carreggiata, mi tocca specchio, auto, io in quel momento faceva caldo, avevo il finestrino aperto, mi sono accostato perché mi ha toccato lo specchietto dell’auto. 

Guardo dallo specchietto e vedo e sento una bambina gridare: ‘Aiuto mamma, aiuto'”.La bambina gridava forte, piangeva dicendo aiuto, io ho sentito l’urlo.

Sono 17 anni che so dei fatti sulla bambina scomparsa Denise Pipitone e sono sicurissimo al cento per cento che è la realtà dei fatti. Io non ho parlato prima per paura. Nonostante tutto sto parlando adesso di quel poco che ho visto e che credo sia un indizio sicurissimo. Andate sicuri, sono loro tre, sono stati loro al cento per cento. Tunisino colpevole.

Il nuovo sfogo di Piera Maggio

Blogger e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

COMMENTI