Costantino Della Gherardesca: “Ballando? Ogni coreografia ispirata a vecchie storie d’amore”

15/04/2020 di Emanuela Longo

Pechino Express Costantino Della Gherardesca

Dopo la fine di Pechino Express 8, edizione vinta dalla coppia de Le Collegiali (Clicca qui per saperne di più), il padrone di casa Costantino Della Gherardesca di prepara ai suoi nuovi progetti lavorativi. In una lunga intervista rilasciata a Il Fatto Quotidiano alla vigilia della finale di Pechino, Costantino ha rivelato cosa lo attende nei prossimi mesi – emergenza Coronavirus permettendo -, dai nuovi progetti in ballo con Rai2 alla sua partecipazione a Ballando con le Stelle.

Costantino Della Gherardesca pronto per Ballando con le Stelle

Cosa c’è nel futuro professionale di Costantino Della Gherardesca dopo Pechino Express 8? A rispondere è proprio il conduttore Rai che ha spiegato i possibili nuovi progetti sulla seconda rete:

Stiamo valutando dei format ma è presto per parlarne. Ho avuto modo di conoscere Ludovico Di Meo, nuovo direttore di rete, e c’è stata una buona intesa.

Sicuramente lo rivedremo nel cast della prossima edizione di Ballando con le Stelle, ma quando esattamente?

Quando la Rai darà il via libera e le misure di sicurezza lo permetteranno. Io intanto sono qui a Roma, mi alleno via Skype e faccio consulti con un ortopedico per monitorare la situazione delle mie gambe.

Costantino ha spiegato il motivo per il quale ha bisogno di un costante consulto medico:

Ho avuto due incidenti da giovane, a seguito dei quali zoppico leggermente. Una volta fui travolto da una frana e mi ruppi una gamba, la seconda volta caddi rovinosamente: producevo servizi fotografici in Australia e in una casa abbandonata finii in una piscina vuota. Milly Carlucci mi ha fatto visitare a distanza da un ortopedico, il quale ha stabilito che non ho molto equilibro e dunque devo fare esercizi extra e addominali.

Ma cosa farà esattamente a Ballando? A quanto pare non si limiterà solo a ballare…

Milly mi ha lasciato carta bianca su balletti, costumi e coreografie. Ovviamente mi atterrò a ciò che dicono i maestri ma non avrei mai accettato di fare un valzer in smoking. Ballerò con una donna e voglio che ogni coreografia sia un racconto ispirato a vecchie storie d’amore.

Ovviamente è consapevole di doversi scontrare anche con i commenti taglienti di Selvaggia Lucarelli (ma anche di altri giudici):

Il coltello della parte del manico ce l’hanno loro. Ovviamente se mai faranno Pechino mi vendicherò a tempo debito. Detto questo, io sono come Miccio: punto a vincere, non a partecipare (ride).

Nonostante sia considerato un “radical chic”, come mai alla fine ha deciso di partecipare a Ballando?

A volte mi danno del radical chic, a volte del liberale di destra. L’unica cosa vera è che vado nel Kerala, che è strapieno di sostenitrici di Corbyn: in mezzo a loro io sono un liberale e consumista. Detto questo, Ballando ha una doppia lettura e mi piaceva mettermi in gioco, mi sono chiesto se i miei fan mi avrebbero voluto vedere lì e mi sono risposto di sì.

Classe 1984, nata a Lecce. Blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI