Coronavirus ultime notizie, Guardiola: morta la mamma, Manchester City in lutto

06/04/2020 di Emanuela Longo

Guardiola

Grave lutto per Pep Guardiola, il tecnico del Manchester City. Il Coronavirus gli ha infatti portato via l’amata madre di 82 anni, Dolors Sala Carrió. La donna è morta dopo essere rimasta contagiata dal virus Covid-19. Come fa sapere il club inglese attraverso i suoi profili social, la signora Dolors è deceduta nella città di Manresa, in Catalogna.

Coronavirus ultime notizie, Guardiola: morta la mamma, uccisa dal Covid-19

A dare l’annuncio del grave lutto che ha colpito Guardiola, anche lui indirettamente colpito dal dramma seminato dal Coronavirus, sono stati i Citizens, che si sono detti devastati, tramite il profilo Twitter:

Il club e tutti i propri collaboratori sono vicini al proprio tecnico in un momento così difficile causato dalla scomparsa di Dolors Sala Carrió.

La mamma di Guardiola era una donna molto riservata e prima che esplodesse la pandemia la si vedeva spesso passeggiare a Santpedor, luogo di nascita del figlio Pep, in compagnia del marito Valentí Guardiola. Ecco il comunicato ufficiale sul profilo Twitter della società:

La famiglia del Manchester City è sconvolta nel riferire oggi la morte della madre di Pep, Dolors Sala Carrió a Manresa, a Barcellona, dopo aver contratto il coronavirus. Aveva 82 anni. Tutti coloro che sono associati al club inviano le loro più sentite condoglianze in questo momento doloroso a Pep, alla sua famiglia e a tutti i loro amici.

Solo un mese fa Guardiola aveva donato un milione di euro al Fundació Angel Soler Daniel per fronteggiare l’emergenza Coronavirus con attrezzature mediche come i respiratori artificiali, mascherine e guanti per il personale sanitario. Nei giorni scorsi, come riferisce Corriere.it, aveva detto:

Ci manca il calcio. Ci manca la vita che avevamo qualche giorno fa, ma ora è il momento di ascoltare e seguire ciò che dicono i nostri scienziati, medici e infermieri.

Classe 1984, nata a Lecce. Blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI