Conosciamo meglio… Davide Flauto di Amici 9

13/12/2009 di Emanuela Longo

Il suo ingresso nella Scuola di Amici 9, non è passato del tutto inosservato. Davide Flauto, cantante ventunenne della provincia di Milano, con il suo look dannatamente emo tanto da fare invidia al leader dei Tokyo Hotel, sin dal suo ingresso nel talent di Maria De Filippi, non ha smesso di far parlare di sè.

Voluto fortemente da Charlie Rapino, il nuovo vocal coach della scuola, è stato spesso protagonista di numerose polemiche da parte degli altri professori di canto, oltre che dei suoi colleghi-compagni di banco, che lo hanno considerato più volte come il “miracolato” del gruppo.

“Suicidio” è l’appellativo subito coniato da Rapino per il suo “pupillo”. Tecnica vocale scarsa, a detta di molti, ma fortissima personalità: un mix di ingredienti ritenuto “necessario” dal docente della nuova commissione di Amici, affinché Davide potesse guadagnarsi a pieno diritto, la possibilità di occupare il suo posticino nella scuola.
Proprio sulla personalità come fattore necessario per definirsi “dotato di talento”, Loretta Martinez e Grazia Di Michele, hanno impuntato i piedi, contestando la teoria messa in moto dal loro collega Rapino, che ha zittito persino la padrona di casa Maria

La musica si vede, non si ascolta. Mio figlio va a vedere i Tokyo Hotel. Michael Jackson lo abbiamo visto, i Beatles hanno fatto del loro stile il loro successo. Basta, è ora di smetterla di produrre dei cantanti. La musica in Italia è fallita perché nessuno sa fare più gli show, a differenza di modelli come Madonna e come Mina una volta.

Bisogna ammetterlo, Davide ce la mette tutta per diffondere quella “musica che si vede”, e lo fa anche bene, pur consapevole dei suoi limiti vocali, ma pronto a mettersi in gioco e a candidarsi a pieno titolo come aspirante teen-idol.
Timbro definito a tratti gracchiante, ci ha lasciato titubanti con le sue prime esibizioni, bisogna confessarlo. Ma bisogna anche ammettere che umilmente si è cimentato in prove non esattamente consone alla sua voce, senza batter ciglio.

In molti potrebbero non crederci, eppure Davide mastica musica sin da giovanissimo, iniziando a cantare vari generi musicali sin dalla tenera età di 11 anni. In particolare, per tre anni, dai 13 ai 15, si è cimentato nello studio della lirica, in qualità di tenore. Dai 15 anni in poi si è allontanato da questo genere sofisticato, per immergersi totalmente nel rock, iniziando a comporre le sue canzoni e mettendoci dentro anche un pizzico di genialità, con elementi di musica classica.
Prima di Amici, Davide aveva una band musicale tutta sua, gli Existence, appartenente al genere alternative-gothic-rock, con molte influenze dalla musica classica.
Il nome del gruppo (in italiano “Vita”), è di per sé significativo, in quanto mirava a raccontare episodi salienti della vita di Davide, di cui è stato Vocal Leader per 3 lunghi anni, con il nome d’arte Keith Andrie.
Timido e introverso, è riuscito a trasmettere tutte le sue emozioni attraverso la musica, facendo delle tante critiche ricevute nella scuola, il suo punto di forza.

Ricordiamo che Davide Flauto, cantante della Luna, ha occupato per alcune settimane il primo posto nella classifica dello Speciale del Sabato di Amici, pur non arrivando mai in sfida.

Ma se è vero che ciò a cui mira Amici, è uno show a tutti gli effetti, in cui ciò che fa la differenza è la personalità ancor prima delle doti canore, Davide Flauto si candida senza dubbio come concorrente ideale al serale del programma, a dispetto di tutte le critiche che sono state finora spese per lui.

Classe 1984, nata a Lecce. Blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI