Il comico Pietro Diomede e il tweet shock su Carol Maltesi, uccisa e fatta a pezzi: Zelig interviene

30/03/2022 di Emanuela Longo

Pietro Diomede

La comicità ha un limite, e quando c’è una morte violenta davanti, dovrebbe fermarsi e semplicemente portare rispetto. Evidentemente non la pensa così il comico Pietro Diomede, al centro della bufera per quel tweet su Carol Maltesi, la 26enne uccisa, fatta a pezzi e gettata in un dirupo.

Pietro Diomede: tweet shock su Carol Maltesi, Zelig lo mette alla porta

Nelle passate ore il comico Pietro Diomede era intervenuto con un tweet vergognoso, sentendosi in diritto di commentare le atrocità di una morte shock, quella di Carol Maltesi, in arte Charlotte Angie.

Una fine drammatica, quella riservata alla ragazza, di professione p0rnostar, la quale era stata uccisa dal suo assassino reo confesso, Davide Fontana, fatta in 15 pezzi, messa in dei sacchi di plastica e gettata in fondo ad un dirupo. Il corpo era stato riconosciuto inizialmente da alcuni suoi fan, i quali erano risaliti a lei dalla lista dei tatuaggi diffusa dai carabinieri. La svolta era giunta proprio nella giornata di ieri con la confessione del killer.

Diomede aveva così pensato di postare su Twitter una sua “battuta” vergognosa con l’intento di far ridere, scrivendo:

Che il cadavere di una p….star fatto a pezzi venga riconosciuto dai tatuaggi e non dal diametro del buco del c… non gioca a favore della fama della vittima.

Parole che su Twitter avevano provocato ovviamente disgusto e sdegno tanto da chiamare in ballo Zelig. Questo perché, sempre ieri, il comico aveva dato appuntamento per il 12 aprile prossimo sul palco del noto teatro di viale Monza a Milano, invitando tutti, hater compresi. Purtroppo per lui però, non ci sarà alcun appuntamento poiché Zelig è intervenuto con tanto di comunicato ufficiale, tagliando fuori Diomede:

Abbiamo ricevuto segnalazioni in seguito al tweet di un artista che avrebbe dovuto esibirsi presso lo Zelig il 12 Aprile. Ci dissociamo completamente da quel Tweet, che disapproviamo nella maniera più assoluta. Di conseguenza, l’artista è stato escluso dalla programmazione Zelig.

Classe 1984, nata a Lecce. Blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI