Clementino pubblica una foto per errore, grande “talento” nascosto: il rapper si spiega

30/06/2019 di Valentina Gambino

Clementino carica una foto per sbaglio dove mostra di avere particolare "talento"

Il rapper Clementino ha delle doti nascoste (che adesso conoscono tutti). Nelle ultime ore, sta facendo il giro del web una sua fotografia caricata per sbaglio (e subito cancellata) dove in costume da bagno bianco, mostra di essere particolarmente “allegro” proprio in un punto preciso. Ma non finisce qui. Il cantante infatti, oltre ad essere bello “presente” in una parte specifica, mostra doti proprio fuori dal comune.

Iena White carica uno scatto per sbaglio: talento nascosto

Altro che Francesco Gabbani (ricordate cosa girava sul suo conto?), adesso il web ha un nuovo mito: Clementino. Naturalmente, la fotografia è diventata virale nel giro di un attimo, tra meme, ironia talvolta spicciola e tweet a non finire.

Oggi mi sono svegliata con un solo pensiero: il cazz* di Clementino, scrive una utente. E ancora: “Ehi che ne dici di prenderci un gelato e con prenderci un gelato intendo darmi il ca**o”, “Anche voi siete sorprendentemente scioccati dal ca**o di Clementino”, “Mi sa che Clementino c’ha un clementon”, “Ha messo la mutanda bianca per rimanere umile…”.

Clementino commenta la fotografia

Il cantante tramite le Stories, ha ironizzato sull’accaduto, affermando di avere caricato lo scatto per sbaglio. “Vi ringrazio per i complimenti e vi ringrazia anche lui”, ha ironizzato il rapper affrontando la questione con un sorriso. Ho portato il rap italiano molto in alto!”, ha concluso la iena del rap italiano.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

MADRID 🇪🇸 Oggi Day off!! Domani Super Live a BARCELLONA!! @razzmatazzclubs Vi Aspettiamo !!! #TARANTELLEeuroTOUR

Un post condiviso da CLEMENTINO (@clementinoiena) in data:

Blogger e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

COMMENTI