Chi è Teodosio Losito? Dall’Ares Film di Alberto Tarallo al misterioso suicidio

25/09/2020 di Valentina Gambino

Teodosio Losito

Chi è Teodosio Losito? In questi giorni non si fa altro che parlare dello sceneggiatore morto suicida l’8 gennaio 2019. Nella Casa del Grande Fratello Vip, Adua Del Vesco e Massimiliano Morra, l’hanno più volte citato, anche in riferimento ai lavori in televisione che hanno avuto modo di realizzare con lui.

Chi è Teodosio Losito? Dagli esordi alla morte per suicidio

Famoso per fiction di successo, tutte trasmesse sulle reti Mediaset, come L’onore e il rispetto, Il bello delle donne, Caterina e le sue figlie, Il peccato e la vergogna, Io ti assolvo e Baciamo le mani (che hanno fatto incetta di ascolti lanciando volti come Gabriel Garko e Manuela Arcuri e riportando in auge attrici del calibro di Giuliana De Sio).

Nato a Milano, Teodosio Losito ha iniziato la sua carriera facendosi spazio nel mondo della musica salvo poi votarsi alla sceneggiatura per la televisione, mondo in cui è entrato nel 2001 per non uscirne più. E’ morto a Roma.

L’autore è scomparso all’età di 53 anni, è stato trovato morto nella sua abitazione: in ambienti investigativi interpellati dall’ANSA si propende per l’ipotesi del suicidio. Le sue fiction, quasi tutte realizzate in coppia con il produttore Alberto Tarallo di Ares Film, con cui da vent’anni aveva instaurato un sodalizio vincente (anche nella vita privata) sulle reti del Biscione.

In giovanissima età, Teodosio Losito aveva anche partecipato al Festival di Sanremo del 1987 con la canzone Ma che bella storia. Come sceneggiatore aveva debuttato con la serie Il bello delle donne nel 2001. Tra i suoi ultimi lavori, L’onore e il rispetto 5 e il ritorno de Il bello delle donne… alcuni anni dopo.

Alberto Tarallo e Teodosio Losito
Alberto Tarallo e Teodosio Losito

Blogger e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

COMMENTI