Che fine ha fatto Beatrice Luzzi, la Eva Bonelli di Vivere?

21/05/2011 di Simone Morano

Beatrice Luzzi

Che fine ha fatto Beatrice Luzzi, la perfida Eva Bonelli di Vivere? Il settimanale Grand Hotel è andato a ripescare l’attrice, che dopo aver conosciuto il grande successo di pubblico a cavallo tra gli anni Novanta e gli anni Duemila con la soap di Canale5, ha abbandonato il mondo della tv per dedicarsi a documentari, teatro, cortometraggi e soprattutto famiglia. Spiega la Luzzi:

Dopo aver lasciato Vivere ero abbastanza soddisfatta della mia vita professionale, ma sentivo che c’era ancora qualcosa che mi mancava. Non sapevo cosa: ma poi ho incontrato Alessandro, l’uomo che sarebbe diventato mio marito, e l’ho capito. La mia vita è stata completamente stravolta, toccata da una specie di magia. Tutto è diventato meraviglioso. Ci siamo conosciuti lavorando insieme per un documentario dell’associazione Libera, di Don Ciotti.

Beatrice prosegue:

Ci siamo trovati subito in sintonia, è stato un colpo di fulmine. Mi ha conquistata con la sua eleganza, con la sua personalità e con la profondità dei suoi pensieri. Era amore, ma di certo non pensavamo a una famiglia. Io continuavo a ripetere a tutti, e anche a me stessa, che non mi sarei mai sposata, e tantomeno avrei avuto figli. Invece ho avuto due figli in tre anni.

L’attrice conclude:

Eva Bonelli mi manca, anche se lei era molto differente rispetto a me. Ma perdendo lei ho trovato quello che cercavo: l’amore di una famiglia, dei figli, di un marito meraviglioso. Intanto continuo a recitare in teatro e realizzando documentari e corti, aspettando qualche proposta dalla tv.

COMMENTI