Che fine farà Dahlia Tv? Gli ultimi sviluppi

25/02/2011 di Simone Morano

Dahlia Tv

Il futuro di Dahlia ormai è appeso a un filo. Giovanni Stella, amministratore delegato di Ri Media, ha sottolineato: “Credo sia poco probabile che si riesca a chiudere la trattativa in modo positivo”.

Commentando i conti in crescita della società, in soldoni Stella ha posto la parola fine all’avventura della pay tv, evidenziando l’assenza di condizioni utili per portare a termine l’operazione. Per il momento, ha spiegato, “non è stata ancora chiusa la banda a Dahlia al fine di non provocare danni gravi a Ti Media, ma con tutta probabilità la chiusura avverrà entro la fine del mese”. Il liquidatore Mauro Paoloni ha indicato entro venerdì il tempo massimo per riuscire a trovare un accordo.

Stella ha evidenziato che delle negoziazioni sono in corso: “Ci è stato chiesto di fornire la banda, e noi abbiamo detto di essere disponibili sulla base di un prezzo incentivante come per altri canali. Tuttavia, abbiamo chiesto la garanzia di una fidejussione bancaria. Ti Media non può essere un istituto di beneficenza, ma sta facendo tutto quanto è nelle sue possibilità”.

E così, mentre l’operazione per il salvataggio della tv sembrava ormai aver trovato una soluzione, le parole di Stella hanno provocato uno scossone notevole. Dapprima Sergio Chiusano, amministratore delegato di Made, si è dichiarato esterrefatto, e anche la Lega Calcio si è sentita presa in giro.

La Leha ha inviato a Ti Media una richiesta formale, allo scopo di chiarire la sua posizione e stabilire se ha deciso di accettare il progetto oppure no.

COMMENTI