Caso Chanel Totti, direttrice Gente: “Ho sempre valorizzato le donne”, interviene Ordine dei Giornalisti

24/08/2020 di Emanuela Longo

Caso Chanel Totti

All’indomani dalle reazioni di Ilary Blasi intervenuta e Francesco Totti contro il settimanale Gente e la direttrice Monica Mosca per la scelta di pubblicare in copertina la figlia 13enne Chanel, focalizzando l’attenzione sul lato B della ragazzina, la stessa direttrice è per replicare alle polemiche. Mosca, in una dichiarazione all’agenzia di stampa Ansa si è detta molto dispiaciuta per l’accaduto e la relativa reazione.

Caso Chanel Totti, direttrice Gente amareggiata

Non si placa la polemica attorno alla cover dell’ultimo numero di Gente che vede protagonista la giovane Chanel Totti insieme al padre Francesco. A distanza di qualche giorno arriva la replica di Monica Mosca, direttrice del settimanale e tirata in ballo anche da Ilary oltre che dal Pupone:

Sono molto dispiaciuta e amareggiata per le reazioni generate dalla pubblicazione sulla copertina di Gente numero 34 della foto di Francesco Totti e della figlia Chanel, scattate in spiaggia. Come direttore ho sempre inteso valorizzare le donne e più in generale sostenere i valori della famiglia: era l’intento anche di questa pubblicazione, in cui si è voluto semplicemente ritrarre la famiglia Totti in un momento di normalità. In alcun modo, ovviamente, abbiamo mai inteso uscire da questo obiettivo.

Ordine dei Giornalisti si esprime sulla vicenda

E se la Mosca si difende, l’Ordine dei giornalisti prende posizione sulla vicenda. Come spiega Fanpage, il presidente Carlo Verna ha deciso di procedere con la segnalazione della direttrice di Gente al consiglio di disciplina per le opportune verifiche circa la presunta violazione alla Carta di Treviso, che fissa le norme tese a disciplinare il rapporto tra informazione e infanzia.

Il sito ufficiale dell’ODG, ha pubblicato una nota nella quale si legge:

Il Presidente Carlo Verna, in accordo con il Segretario Guido D’Ubaldo, ha deciso di procedere con la segnalazione al collegio di disciplina territoriale competente della direttrice responsabile di Gente, Monica Mosca, al fine di valutare la sussistenza di eventuali violazioni della Carta di Treviso – inserita nel testo unico della dentologia – per aver pubblicato in copertina del settimanale la foto della figlia minorenne di due personaggi noti del mondo dello sport e dello spettacolo focalizzando l’attenzione sull’aspetto fisico. Anche la Commissione Pari Opportunità del Cnog ha stigmatizzato l’episodio.

Classe 1984, nata a Lecce. Blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI