Chanel Totti in copertina come Aurora Ramazzotti, lei scrive alla Lucarelli: “pago ancora i conti”

25/08/2020 di Emanuela Longo

L’attenzione resta alta sul caso di Chanel Totti, figlia 13enne di Ilary Blasi e Francesco Totti finita in copertina sul settimanale Gente. Una cover che tuttavia ha fatto molto discutere per il presunto intento di sessualizzare l’immagine della stessa adolescente, immortalata in costume e paragonata alla madre conduttrice. Sulla questione si è espressa ieri anche Selvaggia Lucarelli che ha tirato in ballo il caso di Aurora Ramazzotti, figlia di Michelle Hunziker ed Eros Ramazzotti, ed alla cover a lei dedicata quando era appena una 15enne.

Chanel Totti in copertina come Aurora Ramazzotti: la replica a Selvaggia Lucarelli

Dopo il post social di Selvaggia Lucarelli, Aurora Ramazzotti è intervenuta attraverso le sue Instagram Stories per commentare la riflessione della giornalista e dire la sua sulla vicenda che ora vede coinvolta la 13enne Chanel Totti.

Era il 2011 quando Aurora Ramazzotti veniva fotografata dal settimanale Oggi insieme a mamma Michelle Hunziker, entrambe in costume ma, come osservato dalla Lucarelli, all’epoca “nessuno fiatò”. Ma la giovane a quanto pare non si è affatto detta d’accordo con le parole della giudice di Ballando con le Stelle.

La figlia di Michelle ed Eros, in un lungo messaggio attraverso le sue Instagram Stories ha commentato:

Non erano tempi di social, per questo “nessuno fiatò”. Non credo che solo perché nessuno si è ribellato all’epoca debba normalizzarsi oggi una cosa che è sbagliata. Questa cosa (come tante altre analoghe) ha inciso indelebilmente la mia crescita e non auguro a nessuno di passare quello che ho passato io. Ne sto pagando i conti ancora adesso.

La giovane Ramazzotti è però certa che quanto fatto dalla conduttrice e dall’ex calciatore potrebbe rappresentare un passo verso un “cambiamento che merita di avvenire da molto tempo”.

Classe 1984, nata a Lecce. Blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI