C’è posta per te, qual è la patologia di Salvo? “Mio padre Vincenzo non si è mai interessato”

17/01/2021 di Valentina Gambino

c'è posta per te, qual è la patologia di Salvo?

Ieri sera la seconda puntata di C’è posta per te si è portata a casa ascolti record. Tra le tante storie anche quella di Salvo, il giovane cercato da papà Vincenzo dopo molti anni di lontananza. Il ragazzo, interagendo con la padrona di casa, ha svelato pure di soffrire di una patologia importante che lo costringe a portare avanti un regime alimentare particolarmente rigido.

C’è posta per te, qual è la patologia di Salvo?

Ti ho lasciato che eri un bambino e adesso sei un uomo. Ma hai bisogno sempre di un padre, e sono qui. Mio padre, che era tuo nonno, era malato di Parkinson ma lui aveva bisogno di me e io di lui. Dopo che mi sono separato da tua madre ci vedevamo ma tu eri freddo e distante. Io mi sono allontanato e ho sbagliato perché non era colpa tua. Ora voglio che usciamo, ci vediamo. Tuo padre sta qui, è presente.

Queste le parole di Vincenzo rivolte al figlio. Salvo, con molta pacatezza, ha spiegato a Maria De Filippi di avere visto il padre poche volte nella vita:

All’inizio pensavo a lui. Poi sono cresciuto, avevo mio nonno e ci ho fatto l’abitudine, ora mi manca meno. Su Facebook ho visto le foto di lui con la sua compagna e i figli di lei, ho pensato che ci dovevamo stare noi in quelle foto. Ho una patologia chiamata fenilchetonuria e lui non si è mai interessato, non mi ha seguito in ospedale.

Salvo, nonostante le mancanza del padre, ha aperto la busta per potere riprendere un rapporto con lui.

Cos’è la fenilchetonuria?

Il termine fenilchetonuria o iperfenilalaninemia di tipo I indica la presenza di alti tassi di fenilpiruvato nelle urine e di fenilalanina nel sangue. Si riferisce più spesso alla sindrome fenilchetonurica o PKU, la più comune malattia pediatrica genetica, dovuta a diversi tipi di mutazioni recessive di un gene localizzato sul cromosoma 12 (locus 12q23.2), tutte accomunate dal fatto di produrre come effetto finale fenilchetonuria e iperfenilalaninemia. La fenilchetonuria è classificata come malattia rara. L’iperfenilalaninemia di tipo I ha una frequenza di 1:10.000-15.000 nati vivi. (Fonte: Wikipedia)

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da C’è Posta Per Te (@cepostaperteufficiale)

Blogger e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

COMMENTI