Brutto risveglio per Cecilia Capriotti: notte insonne per colpa di Giulia Salemi, ecco cosa è successo (VIDEO)

30/12/2020 di Valentina Gambino

Cecilia Capriotti e Giulia Salemi

La mattinata nella Casa del Grande Fratello Vip non è iniziata nel migliore dei modi. Cecilia Capriotti, dopo avere aperto gli occhi, ha sbottato contro Giulia Salemi, rea di uscire e rientrare dalla camere in piena notte svegliandola in continuazione.

Brutto risveglio per Cecilia Capriotti insonne per colpa di Giulia Salemi

Non sei così attenta, io ti voglio bene però… Io non posso non dormire perché hai dei disagi tu. Siamo in TV non posso avere le occhiaie e oggi non mi reggerò in piedi. Stamattina mi hai svegliata 2 volte alle 4 e alle 8, dimmi se è normale, perché per me non è normale ragazzi, troviamo una soluzione perché io non posso non dormire, non posso… Amore, io mi posso mettere anche i tappi ma tu non bere due litri di acqua la sera, perché non è intelligente bere così tanto se poi ti alzi ogni mezzora. Pure io ho sete ma evito. Da quando sono qua che tu ti alzi la notte, poi entri di notte poi esci… cerchi le cose e fai rumore.

La replica di Giulia Salemi arriva da sotto le coperte:

Amore non facevo casino ero rientrata dalla doccia. Ma metterti i tappi come faccio io? La mascherina ce l’hai e la usi. Amore stavamo facendo una prova è normale che avevo sete. Anch’io ho il sonno sensibile, quando torno cerco i tappi perché alcuni russano, e la mascherina.

Cecilia uscendo dalla stanza si è confidata con gli altri vipponi dicendosi stufa della mancanza di rispetto di Giulia: non le darebbe tanto fastidio il suo comportamento, se almeno chiedesse scusa, mentre invece dimostra di non curarsi degli altri.

In cucina, successivamente, le due trovano un punto d’incontro e la Salemi chiede scusa affermando di voler bere di meno per il bene dell’amica.

Blogger e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

COMMENTI