Belen Rodriguez, spuntano le “corna”: ironia o frecciatina a Stefano De Martino? – FOTO

09/06/2020 di Emanuela Longo

Tra Belen Rodriguez e Stefano De Martino le distanze sono ormai diventate insormontabili. I due sembrano percorrere strade differenti ed entrambi si sono buttati a capofitto nel lavoro. La loro rottura non ufficiale ha infiammato il gossip che continua ad interrogarsi sui possibili motivi del loro nuovo allontanamento che ha lasciato i fan senza parole.

Belen Rodriguez, spuntano le “corna” in una foto

Belen Rodriguez

Mentre sono in tanti a sperare in un loro ricongiungimento, Belen Rodriguez e Stefano De Martino ormai sembrano procedere su due strade differenti. Nessuno dei due non ha ancora rotto il silenzio, ad eccezione della showgirl che con un video aveva confermato di stare vivendo un periodo difficile, senza aggiungere nulla di specifico (lo trovate in apertura).

Tuttavia più di Stefano è Belen a disseminare qualche indizio lungo il suo cammino social, tra foto e Stories. L’ultimo ha a che fare con delle “corna” sospette postate proprio nella giornata di oggi che per la showgirl si è rivelata particolarmente impegnativa.

Stando alle ultime Stories, infatti, Belen è stata impegnata per diverse ore durante uno shooting fotografico. Tra i vari scatti se spunta anche uno “particolare”: si tratta dell’ombra della Rodriguez dalla quale spuntano delle corna. Una posa ironica o qualcosa di più?

Ricordiamo che tra le ipotesi legate alla presunta rottura tra Stefano e la Rodriguez ci sarebbe l’ombra dei tradimenti da parte del ballerino e conduttore napoletano. Mentre i fan di De Martino respingono la tesi del “cornificatore seriale”, come è stato definito da alcuni utenti su Twitter, la foto dell’ombra dalla quale spuntano due dita che sembrerebbero proprio fare il verso a delle corna. E se fosse una sonora frecciatina all’uomo che ormai in tanti definiscono il suo ex marito?

Belen Rodriguez

Classe 1984, nata a Lecce. Blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI