Beatrice Valli, come sta dopo controllo in ospedale: quando il parto? – VIDEO

25/04/2020 di Emanuela Longo

Ha destato qualche preoccupazione la notizia di Beatrice Valli in ospedale, dopo aver postato su Instagram alcune Storie in cui spiegava ai fan di non sentirsi affatto bene (Clicca qui per saperne di più). Ormai manca sempre meno al parto di Azzurra, la bambina che aspetta dal compagno Marco Fantini, e la coppia è sempre più in agitazione in vista del lieto evento. Nelle ultime ore, Beatrice ha voluto tranquillizzare tutti e spiegare come sta e perchè è dovuta ricorrere ad un controllo in ospedale (video in apertura).

Beatrice Valli come sta? Controllo in ospedale e paure

Beatrice Valli

I fan di Beatrice Valli non hanno nascosto la loro agitazione dopo le Storie su Instagram dell’ex volto di Uomini e Donne e del compagno Marco Fantini, estremamente in ansia dopo aver accompagnato la donna in ospedale.

Una volta dimessa e tornata a casa, la Valli ha voluto spiegare quello che è realmente successo nelle ultime ore, raccontando i suoi timori e tranquillizzando tutti:

E’ da due giorni che non sto benissimo, ho molta nausea e sto molto male. Ho piccole contrazioni ma davvero minime, ma quello non mi spaventa più di tanto, ormai sono abituata… Non era un grosso problema ma pensavo di avere rotto il sacco ieri sera perchè avevo delle piccole perdite allora ho preferito andare in ospedale per fare un controllo.

Dopo l’esperienza con Bianca, la Valli ha spiegato di essere già abituata:

Quindi ho preferito andare in ospedale a fare una visita di controllo.

Marco Fantini era convinto di restare in ospedale dal momento che era certo che fosse arrivato il momento del parto:

In realtà mi hanno confermato che il sacco non si è rotto e che però siamo a buon punto e che ci rivedremo tra qualche giorno, entro una settimana mi hanno detto, io spero prima in realtà…

Marco ha però avuto la bella notizia che potrà entrare in sala parto, ma dovrà ancora aspettare, almeno qualche giorno.

Classe 1984, nata a Lecce. Blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI