Barbara d’Urso e Pomeriggio 5 truffati: “mi fai un grandissimo schifo!”

27/01/2020 di Emanuela Longo

Barbara d'Urso, Pomeriggio 5

Barbara d’Urso e Pomeriggio 5, la scorsa settimana si sono occupati della storia di Giovanna, quasi 90enne, e del figlio Livio, i quali vivono in un box a Ostia. Dopo averci raccontato l’incredibile storia di disagio di questa famiglia, erano arrivate alla trasmissione di Canale 5 numerose offerte di aiuto, tra cui quella di un benefattore che aveva offerto a Giovanna ed al figlio non solo una casa ma anche un lavoro all’uomo. Un bellissimo gesto che si sarebbe dovuto concretizzare proprio in questa giornata.

Barbara d’Urso e Pomeriggio 5 truffati

Qualcosa tuttavia non sarebbe andata per il verso giusto. Una arrabbiatissima Barbara d’Urso, in collegamento oggi con Ostia, ha raccontato l’evoluzione della storia. Quando Giovanna e Livio sono stati condotti davanti alla nuova casa, nei giorni scorsi, infatti, madre e figlio si sono trovati di fronte ad una bruttissima sorpresa.

“Lui non ricordava il civico dell’abitazione, quindi ci siamo dati appuntamento in un famoso bar qui di Ostia”, ha spiegato l’inviata. I tre hanno però atteso tre ore, dalle 10 alle 13 di sabato mattina, ma del presunto gentile benefattore neppure l’ombra.

Il giorno seguente arriva una mail dallo stesso signore che informa di aver avuto vari contrattempi e di essersi liberato solo alle 20, informando di non essere più in possesso del suo cellulare, scusandosi con la signora per il disagio. Nel frattempo, sabato l’uomo dà all’inviata un altro numero di cellulare, asserendo che fosse del figlio.

I giornalisti hanno scoperto che la seconda sim apparterrebbe ad un contatto di Pescara e provincia, che ha un’attività commerciale. Un’altra inviata si è recata direttamente da lui ma l’indirizzo dell’azienda e l’azienda stessa associata alla sim non esisterebbe. Il sospetto è quindi quello di essere stati truffati.

Questa mattina il finto benefattore è riapparso con una nuova mail dando appuntamento a Ostia Lido tra le 17.30 e le 18.00, e fornendo l’indirizzo esatto della villa ma una volta di fronte all’appartamento l’inviata si è trovata davanti ad un edificio fatiscente da sola, senza che nessuno si sia presentato. Barbara d’Urso, quindi, prima di mandare la pubblicità ha tuonato:

È ovvio che ci troviamo davanti ad un truffatore. Noi di Pomeriggio Cinque siamo stati truffati. Le cose sono immediatamente andate in mano ai nostri legali, che si occupano del caso. Ci occuperemo ancora della nostra nonnetta. Vorrei dire a “questo” che a me personalmente, ma credo a tutta l’Italia, fai un grandissimo schifo.

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI