Antonella Elia: “Grazie al buddhismo sono riuscita a non farmi travolgere dalla tv”

15/01/2011 di Simone Morano

Antonella Elia

La prima puntata de La Corrida si è rivelata un successo anche per lei. Antonella Elia si è comportata in maniera più che degna al fianco di Flavio Insinna.

Per me è stato un nuovo inizio, proprio come fu tanti anni fa il mio esordio con Corrado.

A raccontarlo è la stessa showgirl in un’intervista al settimanale Grand Hotel:

E’ stata Marina Donato, la vedova di Corrado, che detiene i diritti del programma e che mi ha sempre voluto bene, a richiamarmi in trasmissione. In questi ultimi anni ero diventata molto selettiva, avevo rifiutato davvero molte proposte, ma questa era proprio irrinunciabile.

Sul suo compagno di lavoro, la Elia dice:

Flavio è generoso, un vero artista, estroverso, ma soprattutto un uomo dal cuore grande e molto sensibile. Con lui ho il coraggio di fare cose che con altri non farei mai, e lui non mi abbandona in scena. Ancora una volta sono stata fortunata, ma, del resto, se non si fosse presentata una situazione così, avrei continuato a fare quello che facevo.

Antonella rivela che c’è stato un periodo in cui si è sentita travolta dal piccolo schermo:

Avere tanto successo e tanti soldi, essere richiesta in ogni parte d’Italia, tutti i giorni dell’anno, quando hai venti o venticinque anni è un’esperienza devastante. Si commettono errori di valutazione, e anche fuori dal video si continua a recitare la parte di un personaggio. Per fortuna non mi sono persa, anche grazie al buddhismo. Ho ritrovato definitivamente il mio centro.

COMMENTI