Amici 9: daytime del 28 gennaio. I Bianchi, capeggiati da Emma, mostrano una vergognosa prepotenza nei riguardi di Stefanino. Per fortuna PierDavide interviene

28/01/2010 di Valeria Panzeri

Ecco arrivare il Kit delle canzoni e delle coreografie presso le rispettive casette. Matteo è felicissimo in quanto fra i brani da eseguire compare anche “O sole mio”, di impronta chiaramente lirica.

I Blu si scatenano cantando Minuetto, mentre comincia a sciogliersi la maschera di cera degli amiconi dediti all’arte che i Bianchi si sono incollati la scorsa settimana.
Ora l’imperativo categorico è “vincere”; a fronte di ciò Stefanino è la prima vittima del buonismo smarrito per strada. Nessuno molla la presa, Stefanino non deve esibirsi (che si limiti a fare il compitino su Diamante) e poi lasci fare agli altri. Gli unici a mostrare un minimo di altruismo e buonsenso; nonché di correttezza, sono Grazia e PierDavide i quali asseriscono che sia giusto che anche Stefanino abbia un pezzo e possa esibirsi.

Emma, che di colpo ha frequentato un corso di autostima presso George Leonard, sostiene che lei è dotata di una personalità tale per cui non si farà certo oscurare da Loredana. Qualità che lei avrebbe, a suo dire, a dispetto del povero Stefanino. Un’arroganza che non si può vedere.

Sono io che ho problemi di memoria o la settimana scorsa la bionda è stata la prima ad accanirsi contro Loredana che aveva lasciato un solo pezzo ad Enrico?
Per fortuna quel tanto di umiltà ed equilibrio ce li mette PierDavide che si candida a fare un solo pezzo se Emma sente quest’esigenza impellente di salvare il mondo cantando ben tre canzoni in quanto, continua ad asserire, che soltanto lei può avere la personalità idonea. Se Stefanino si permette di chiedere se questo significa che lui, a parere della Marrone, non è all’altezza lei si stizzisce. Allora abbi il coraggio di dire che ti reputi più brava degli altri e quindi devi cantare tu; PierDavide, invece, mostra la sua pasta di persona intelligente cercando di difendere Stefanino e i suoi diritti.

A tutti gli altri di Stefanino proprio non interessa minimamente; ma disturba per caso? E’ di proprietà di Stefano ed Emma quella casa? Dopo essere stato paziente alla fine Stefanino sbotta… c’è una prepotenza e un’arroganza dilagante alla quale, mi auguro di cuore, che Stefanino non si pieghi. Ma la cosa più assurda è che, alla fine, Emma ottiene ciò che vuole e poi fa pure il teatrino della vittima.

Allucinante! In seguito, la bionda, non paga, cede uno dei suoi tre pezzi a Pierdavide asserendo che non ritiene corretto che il ragazzo abbia un solo brano. E Stefanino? Se invece a lui fosse restato in mano un solo pezzo non ci sarebbe stato alcun problema… Coerente!

Spero di cuore che la gente smetta di appoggiare i blabla e premi, non soltanto il talento ma anche l’umiltà e il senso di giustizia che è una prerogativa che appartiene soltanto ai veri Grandi.

Non ho mai sentito un artista, realmente degno di questo nome, sottolineare la propria superiorità. Guarda caso, in questo marasma, l’unico a fare un passo indietro rinunciando a cantare al fine di non estromettere Stefanino è stato PierDavide… sicuramente sarà una casualità.

COMMENTI