Amici 9: daytime del 2 novembre. Enrico nella bufera. Anna: primi attriti, guerra e pace

02/11/2009 di Mario Diego Petruzziello

E’ la solita prof. Loretta a farsi capitano del malcontento, questa volta su Enrico Nigiotti.
Il chitarrista cantante della compagine “Luna”, nella puntata di sabato, ha fatto un’esibizione, tutto sommato, buona; tuttavia la situazione si è capovolta a suo sfavore, a causa dell’avversione dimostrata dai discografici ospiti in sala. Definirei pericolosa e audace allo stesso tempo, la sua autodifesa col “pezzo da novanta” della Sony Music, Rudy Zerbi, anche se va detto e rimarcato: risulta del tutto lecita. E’ forse un reato artistico o tecnico, accompagnarsi con la chitarra durante un esibizione? Se è così, allora, avremmo dovuto dire a Riccardo Cocciante, di non partecipare al Festival di Sanremo, la volta che lo vinse, perché suonò il pianoforte, e non si limitò a cantare e basta? Marina Rei non conserva la stessa qualità artistica e vocale, quando suona la batteria cantando? E così molti altri esempi, si potrebbero fare, italiani e non. Si costruisce, quindi, un dramma su una cosa da poco. Si mette in croce un ragazzo, per aspetti irrilevanti. Il fatto è che il “papà” della Sony è stato affrontato a viso aperto da un ragazzo, che (da non crederci) non lo “lecca”, come molti altri. Non vorrei, certo, dicendo questo, spezzare una lancia per Enrico … ma un intero arsenale! Tutto ciò, silenziosamente, abbassa il livello della trasmissione, in termini di dignità intellettuale ed artistica, che i membri della giuria dovrebbero, invece, difendere e promuovere. C’è, al contrario, un clima d’influenze reciproche, tra gli addetti al giudizio, che si trasmettono con la velocità delle fibre ottiche. Un clima incompatibile con un programma che possa essere definito “sano”.

Il seguito della puntata di oggi, vede un po’ di polemica per l’indice di gradimento, sempre elevato, di Davide: se continua così volerà al serale, tra i mugugni dei compagni-avversari, similmente a come successe per Domenico Primotici, “allievo impertinente” dell’edizione scorsa.

L’esibizione di ingresso di Anna Altieri convince. Da una manciata di giorni, allieva ufficiale, la giovane fatica ad inserirsi tra i colleghi, mentre si profila una certa rivalità con Valeria Valente, cantante della squadra opposta. Anna, tuttavia, fa come i gatti: tira fuori le unghie all’occorrenza, e poi allo stesso modo, le ritrae, e incanta il predatore con innocenti fusa.

Stefano, rientrato dalla fortunosa parentesi negli USA, presenta un simpatico video che riassume la sua esperienza, tra miti e luoghi culto, tra cui la famosissima “Walk of Fame”. Piccola nota: il ragazzo imbratta la pavimentazione di una via, calcandovi sopra le sue mani e firma (per lasciare un segno, dice). Probabilmente ha rischiato di essere sbattuto al fresco o multato: bell’esempio.. ma dai, chissenefrega! Viva la gioventù!

Le pagelle di MarDi:

Squadre

Sole = 6 e mezzo: è una squadra di un certo livello tecnico, dove spiccano Matteo, Borana, Maddalena per bellezza (la nuova Susy Fuccillo?), e, soprattutto, Loredana Errore, fuoriclasse dell’ugola. Tutti gli altri fanno da sfondo, almeno per ora; ma questo trio è pari al miglior attacco di questa edizione.
Luna = 6 meno: una squadra colorita, ma ancora da testare nell’aspetto relazionale. Davide potrebbe essere la sorpresa-rivelazione, fra tutti, compreso Pierdavide, in quanto innegabilmente, si fa portatore di almeno un flebile raggio, della “Luna Nova” musicale, che avanza (il fenomeno “emo”).

Il termometro:

36 e mezzo°C. Puntata varia, anche se l’attacco a Enrico, proprio non ci sta.

COMMENTI