Amici 9: daytime del 18 novembre. Enrico contro tutti: in sfida senza appello

18/11/2009 di Mario Diego Petruzziello

E’ tempo di riflettere sui propri errori.
Garofalo invita i ballerini della Luna a rivedere la loro esibizione di gruppo di sabato scorso. Tutti ci domandiamo, ansiosi, cosa evidenzierà il pittoresco insegnante. Il coreografo è furibondo con Elena, rea di averlo “offeso” con atteggiamenti poco professionali: sbuffa, si ferma, e fa strane espressioni. Per Garofalo si tratta di un’onta inaccettabile, soprattutto visto il contesto in cui è stata commessa: di fronte al resto della commissione, tra cui Alessandra Celentano, con la quale il coreografo vive un momento di silenziosa lotta. Il rapporto allieva-insegnante sembra essere ai ferri corti. Garofalo avrebbe preferito maggior dialogo da parte della ragazza, ma, per lei, questo non è possibile, perché mancano del tutto fiducia reciproca e stima, presupposti fondamentali per avviare un rapporto e confidarsi problemi e paure.Elena avvertiva molto imbarazzo nell’eseguire un particolare della coreografia, in cui le ballerine dovevano gattonare, avanzando in modo sexy e accattivante. In verità, come sappiamo, in prova ha provato a dirlo più volte all’istruttore, ma ha trovato una porta sbarrata. Ora Garofalo si lamenta dicendo che è un tipo molto aperto. Dal canto suo, Elena non è aliena da eccessive pretese e si comporta come le star capricciose, volendo mettere il veto sul lavoro coreografico, che non è di sua competenza.

In studio si decide chi va in sfida. Candidature spontanee: Emma ed Enrico.
C’è un colpo di scena: nel rimontare la puntata Zanforlin si accorge che Enrico, nella puntata di ieri, ha usato un linguaggio inappropriato verso Rapino e la commissione. Tutto ciò comporta, per il cantante, un provvedimento di sfida “diretta”: Enrico va in duello, senza che la cosa sia messa ai voti. Emma di conseguenza è salva.

Anche tra Enrico e Charlie Rapino sembra che la rottura sia definitiva. Per il discografico, il cantante pecca di scarsa umiltà e presenta un carattere difficile, con cui non si potrebbe lavorare. Charlie è deluso, ma si lascia scappare che considera Enrico forte ed interessante al punto da paragonarlo ad una Ferrari.
Il dibattito si concentra sul rapporto tra qualità artistica e carattere in un cantante: se manca il secondo, si può ancora fare?
Per Loretta Martinez il problema non è da individuarsi solo nell’allievo, ma anche nell’insegnante, responsabile di non aver saputo tenergli testa. Sarà vero?
Eppure da sempre la disponibilità e il rispetto dello studente verso il docente, è fondamentale affinché ci sia apprendimento.

Appuntamento a domani, per la sfida tra Michele Barile e Flavio.

Il termometro : 35°C. Polemica, polemica, e ancora polemica.

COMMENTI