Amici 9: daytime del 17 novembre. Davide salvato ancora una volta da Rapino. Emma si sacrifica e chiede la sfida

17/11/2009 di Mario Diego Petruzziello

I ragazzi della Luna discutono animatamente sulla scelta di mandare Davide in sfida.
Emma lo invita ad affrontare le cose con coraggio riconoscendo, in un eventuale confronto, un’opportunità per crescere.
Il cantante da subito assume un’aria triste e cerca conforto nei suoi compagni; questa volta in pochi sono disposti ad ascoltarlo. In particolare Enrico lo accusa di essere avvezzo alla finzione, mostrando atteggiamenti e pose creati apposta per le telecamere, influenzando così la gente a casa e, di conseguenza, il televoto.

Davide nega le accuse e afferma di non interpretare alcun personaggio ricercato. Fatto sta che il resto della compagnia non nutre fiducia nel ragazzo, compresa la quasi totalità degli insegnanti , eccetto Charlie Rapino.
Si procede, quindi, alla votazione. La commissione decide se mandarlo in sfida: è richiesta l’unanimità dei consensi. Rapino si oppone sorprendendo tutti, aggiunge inoltre che non si tratta di una scelta strategica, ma di un riconoscimento per i miglioramenti di Davide. Tuttavia, per molti colleghi contrari, il produttore ha palesemente protetto il suo preferito.
Ancora una volta, infatti, il cantante la passa liscia a scapito di altri, ritenuti migliori.

A questo punto, alcuni ragazzi — in primis Emma — affermano di non temere la sfida, ma di vederla invece, come un mezzo per testare la propria forza. Alla fine, sarà proprio la bionda cantante a difendere il proprio credo, proponendosi volontariamente alla commissione, come candidata per il prossimo duello.

Il termometro

35°C. Puntata fra i banchi. Discussioni un po’ troppo rimarcate.

COMMENTI