Amici 2010, Pierdavide Carone: dall’influenza di Rino Gaetano alle sue canzoni

26/04/2010 di Laura Errico

Ha vinto il premio della critica di 50.000 euro e ha guadagnato il terzo posto nella finale di “Amici”, il programma che lo ha lanciato. Ma i suoi successi vanno oltre: il suo primo album, “Una canzone pop”, ha venduto ben 150.000 copie, guadagnando il doppio disco di platino, e da poco è uscito il videoclip del suo brano “Di notte”.

Questo solo per presentare brevemente Pierdavide Carone, il cantautore pugliese di 21 anni, che ha raggiunto il successo per le sue canzoni ironiche e brillanti, ma anche per i suoi brani più introspettivi come “Di notte”.

Recentemente il giovane talento si è confessato in un’intervista al settimanale “Tv, Sorrisi e Canzoni”, in cui ha raccontato di essere sempre stato certo che un giorno sarebbe riuscito a vivere di musica, sebbene non sapesse né come né quando, e ha parlato dell’influenza che ha esercitato su di lui Rino Gaetano, a cui spesso è stato confrontato.

Descriveva con ironia ciò che non gli piaceva della realtà e seguendo il suo esempio ho scritto “Trullalero rullallà”, in cui dico come la penso su tutte le questioni,

così ha parlato Pierdavide di Rino Gaetano.

In questi giorni il cantautore non sta scrivendo nulla, poiché lui riesce a comporre solo quando è solo e in questo periodo ciò non avviene mai. Spera di non diventare come il protagonista della sua canzone “Superstar”, in cui:

parlo di chi tradisce il proprio talento perché inebriato dalla fama. Non voglio finire come lui e per questo cerco di fare la stessa vita di prima,

ha detto il 21enne pugliese.

Com’è nata “Di notte”?

E’ scaturita dai sensi di colpa per aver troncato una relazione che avevo prima di “Amici”. Lei ne ha sofferto molto e mi ha fatto male sapere che continuava ad amarmi mentre io sentivo di non amarla più. “Di Notte” è una riflessione sulla fine di un amore vista dalla parte del “colpevole”.

In molti sognano di ascoltare la sua versione canora di “Per tutte le volte che..”, la quale, scritta da Pierdavide Carone, ha portato alla vittoria Valerio Scanu al Festival di Sanremo.

Preferisco lasciar passare un po’ di tempo, magari la metto nel prossimo album,

afferma Carone, che ieri però, ospite di Domenica Cinque, ce ne ha regalato un accenno.

COMMENTI