Amici 20, Martina Miliddi: Carolyn Smith sta con Alessandra Celentano “manca la tecnica”

17/04/2021 di Emanuela Longo

Martina Miliddi, Amici 20: parla Carolyn Smith

Grazie al talent Amici 20, in queste settimane la danza è tornata al centro dell’attenzione in tv. Carolyn Smith, presidente di giuria di Ballando con le Stelle e amato volto televisivo, ai microfoni di Fanpage.it ha commentato lo spazio dato oggi alla danza sul piccolo schermo e le dinamiche legate al talent condotto da Maria De Filippi.

Amici 20, Carolyn Smith torna a parlare di Martina Miliddi

Carolyn Smith non ha nascosto la sua felicità nel vedere programmi che in tv diano valore alla danza. A Fanpage.it ha commentato a proposito di programmi come Ballando con le Stelle ed Amici 20:

Sono due trasmissioni stupende entrambe, ma hanno due finalità diverse. In una sono i vip che devono approcciare alla danza senza aver mai ballato e lì si scoprono, iniziano a provare nuovi sentimenti, si vedono diversi da prima. Invece il discorso di Amici è altamente professionale, non c’è un amatore che entra lì e fa il balletto, no, perché vogliono veramente entrare nel mondo dello spettacolo. Sono quindi due cose diverse, ma abbracciano totalmente il mondo della danza.

A proposito di Amici 20, di recente la Smith ha commentato l’esibizione di Martina Miliddi sposando il pensiero di Alessandra Celentano. In merito ha commentato:

Innanzitutto il mio non era un commento contro Martina, non la conosco, però chi mi conosce bene lo sa che io non faccio mai un attacco alla persona, è estremamente professionale, tecnico. E anche qui, la parola tecnico rientra in un discorso culturale, non significa soltanto la tecnica della danza, ma tecnica qui vuol dire anche usare il corpo e come esprimersi, è da intendersi a 360°.

Ma quindi cosa avremmo dovuto vedere nella sua performance che invece sarebbe sfuggito ai più?

Il fatto è questo: Martina ha fatto una performance nella quale, per qualcuno che balla da 16 anni, c’erano troppi errori tecnici, il fatto che sia stata premiata- nonostante tutto- mi ha lasciato perplessa, da qui la mia riflessione. Però, io ho difeso anche il discorso dei giudici perché ogni giudice ha il suo modo di pensare, una sua cultura. Detto ciò, da quando sono ragazzina mi è stato insegnato che il biglietto da visita di una ballerina sono i piedi. Non sono soltanto i piedi da valutare, però, quando vedi che non c’è il collo del piede e in più sono storti, non c’è l’equilibrio, va fuori tempo, non c’è coordinazione allora puoi avere tutto l’istinto che vuoi ed essere brava sulla scena, però, ci deve essere un minimo di tecnica che ti faccia andare avanti. Quel minimo io non l’ho visto.

Anche Raimondo Todaro, di recente parlando di Martina l’ha definita “acerba”. Carolyn sembra condividere l’idea del ballerino di Ballando:

Sì, ha detto anche che è confusionaria e che ancora deve imparare. Io credo che lei si sia fermata alla prima frase che lui ha detto, cioè che l’avrebbe scelta come allieva. Ma è giusto, perché Raimondo è un insegnante di latino americano, non può scegliere qualcuno che ha fatto danza classica. Però ho visto la reazione di Martina: contenta perché lui l’avrebbe scelta, è un animale da palcoscenico è vero, ma tutto quello che ha detto Raimondo è quello che abbiamo detto io e Alessandra Celentano, esattamente uguale, solo che è stato detto con altre parole.

Classe 1984, nata a Lecce. Blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI