Amici 10, Diana eliminata, Platinette per protesta si sveste. Zerbi nel finale perde la testa e se la prende con Jurman. Duetti ben riusciti

24/01/2011 di Massimo Galanto

L’immagine finale, quella che colpisce di più, è di Platinette, nuda di parrucca e di giacca (cioè, proprio nuda). Ecco la singolare protesta messa in atto dall’opinionista di Amici dopo l’eliminazione della preferita, cantante blu, Diana Del Bufalo. I sei commissari esterni, infatti, hanno ritenuto (dopo aver salvato tutti gli allievi nel primo giro di nomination – il ballerino Denny è risultato immune) meno meritevole, tra i blu, proprio la cantante Diana. La quale nel corso della stagione si è fatta notare per la verve, per la freschezza e per la simpatia che l’ha fatta apprezzare da buona parte del pubblico; anche se, talvolta, la giovane cantante ha esagerato interpretando, forzatamente, un ruolo televisivo che le ha fatto perdere spontaneità e autenticità.

L’altra immagine indelebile del terzo serale di Amici 10, dopo il ritorno al genere maschile da parte di Platinette, ha due protagonisti: Rudy Zerbi e Luca Jurman. Il secondo, dopo aver ricevuto gli inaspettati complimenti e l’altrettanto inaspettata attestazione di stima da Diana, ha ringraziato l’allieva esprimendo apprezzamento soprattutto per la sua (indubbia) completezza, pur conservando qualche dubbio sulle sue qualità prettamente vocali (il tutto dichiarato con cortesia impeccabile e con la totale assenza di polemiche). Probabilmente acceccato da gelosia, Rudy Zerbi si è scagliato contro il vocal coach, riservandogli un isterico e pessimo attacco (del tutto fuori luogo) e accusandolo demagogicamente di voler rubare spazio ai danni della povera cantante appena eliminata. Jurman, praticamente allibito, ha dovuto bollare con un “sei malato” l’incredibile tackle a gamba tesa di Zerbi.

Amici, così perde una pedina importante, come ammesso dalla stessa Maria De Filippi nell’epilogo della puntata:

A parte il canto, tu sei un talento televisivo. Per chi fa il mio mestiere avere una come te in trasmissione è l’ideale; hai i tempi televisivi.”

Per molti sarebbe dovuta essere la collega Francesca Nicolì a meritare (non a torto) l’eliminazione, tuttavia la commissione esterna ha premiato la leccese con voti più alti.

Ma la serata, al di là del finale emozionante, ha riservato belle sensazioni anche grazie ai duetti tra gli attuali allievi cantanti e gli ex Amici (e non solo). Il duetto più riuscito, a sorpresa, ci è apparso essere stato quello tra la bianca Antonella e Valerio Scanu in “Per tutte le volte che”. Bel mix di forte vocalità e di intensità. Notevole anche la coppia VirginioEmma Marrone, esibitasi per due volte (in “Calore” e in “Cullami”). Ottima intesa anche tra la blu Francesca e Marco Mengoni, oltre che tra Diana e Marco Carta. Un po’ deludente, invece, il duetto AnnalisaAlessandra Amoroso, soprattutto a causa della canzone poco adatta all’allieva seguita da Rudy Zerbi. Il quale, furbo e cinico, non ha perso occasione di salire sul carro del sempre più convincente Virginio, soprattutto dopo (ma guarda che caso) che quest’ultimo  ha abbandonato l’odiato (da Zerbi) Jurman, optando per Pino Perris.

Per la sezione danza buone le prove, al solito, di tutti i danzatori, quest’anno dotati di tecnica, talento, classe e personalità. Molto meno edificante lo scambio di insulti tra Alessandra Celentano (che, comunque, conserva il nostro apprezzamento, non foss’altro per il “simpatico” astio che le riserva da anni Maria De Filippi) e Luciano Cannito. Se il lui è “bugiardo” e “cafone”, la lei è “incompetente” e finta. Il solito Garrison (quanto a buonismo e demagogia, la lotta con Rudy Zerbi è ardua) invocando il prestestuoso “bene dei ragazzi” ha tentato di risolvere l’intricata discussione, dando vita, tuttavia, solo a sterili urla.

La coppia Platinette-Maionchi regge anche alla terza puntata, anche se la prima, con l’exploit finale, ha dominato la più contenuta discografica. Altra figura in crescita costante è Virginio  (micidiale, da questo punto di vista, è stata la sfida lanciatagli dall’indisponente e maleducata – vedasi gestaccio dell’ombrello e parolacce incoporate – Francesca, su “Davvero”, brano sanremese dello stesso Virginio) il quale mette in pericolo la consolidata leadership di Annalisa (sia chiaro, l’unica a non avere speranze per la vittoria finale appare essere Antonella – e Vito per la danza).

Amici, pur surclassato da “Fuoriclasse” su RaiUno, è cresciuto negli ascolti: la terza puntata, infatti, è stata vista da 4.093.000 telespettatori per uno share di 19,52% (la trasmissione si è chiusa alle 0.45).

COMMENTI