Alter ego albanese di Signorini commenta la frase sull’aborto: “Ci voleva prudenza”, cosa pensa dei Vipponi

18/11/2021 di Emanuela Longo

Conduttrice albanese e Signorini

Lo scivolone di Alfonso Signorini sull’aborto al GF Vip è giunto anche all’estero. A commentare la polemica esplosa sui social nostrani è stata Arbana Osmani, collega albanese, nota conduttrice e volto di punta di Top Channel e da poche settimane al timone del Grande Fratello Vip. Intervistata da Today ha detto la sua sulle dichiarazioni prolife di Signorini ed ha svelato come da loro su religione e diritti civili le cose siano molto diverse.

Arbana Osmani commenta Signorini e il nostro GF Vip

Anche in Albania è giunto il Grande Fratello Vip. Sebbene non ci siano dati di ascolto, la sensazione è che il programma sia molto seguito, come ha riferito la conduttrice Arbana Osmani. La padrona di casa della versione albanese ha svelato come ci siano differenze rispetto ai nostri Vipponi:

I vip italiani sono più esuberanti, si mettono di più in gioco. Qui sono riservati, l’Albania è un paese piccolo e soffrono l’opinione pubblica, i commenti online, le storie che vengono fuori. In Italia da questo punto di vista sembrano più rilassati.

Ci sono dinamiche proprio diverse. Si buttano di più. A volte vedo cose che sembrano recite, telenovelas. Qui molto meno, sono tutti più tranquilli.

In merito alla polemica ‘made in Italy’ dopo le affermazioni di Signorini sull’aborto, la conduttrice albanese ha commentato:

Innanzitutto penso che una donna è libera di scegliere quello che vuole. Poi penso che ognuno possa esprimere le proprie idee. Detto questo, penso anche che su una cosa così delicata dobbiamo essere molto prudenti se facciamo questo lavoro. Signorini non è solo Signorini, è anche il conduttore di un programma televisivo seguitissimo e ha una responsabilità grande. Doveva essere più prudente.

In Albania, ha aggiunto l’alter ego di Signori, la sensibilità sull’aborto è la medesima, mentre il discorso cambia su altre tematiche come i diritti Lgbt:

Qui l’omosessualità è ancora un tabù. Nella tv albanese ci sono pochissimi casi di coming out. Se io come conduttrice dicessi che gli omosessuali hanno il diritto di sposarsi o fare figli, si scatenerebbe una bufera. E’ una cosa su cui bisogna fare molta attenzione. Anche se io, personalmente, ripeto spesso nei miei programmi che l’amore è amore a prescindere da uomo o donna.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Arbana Osmani (@arbanao)

Classe 1984, nata a Lecce. Blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI