Alda D’Eusanio, 400 euro di multa per mascherina rotta: replica della Guardia Di Finanza (VIDEO)

17/05/2020 di Valentina Gambino

Recentemente Alda D’Eusanio è stata offesa da una perfetta sconosciuta, condividendo il suo video sui social (cliccare per credere). Ma per lei le disavventure non sono finite. In queste ore, infatti, è stata multata nel bar sotto casa: “400 euro per una mascherina rotta”, ha raccontato.

Alda D’Eusanio, 400 euro di multa per una mascherina rotta
Alda D’Eusanio, 400 euro di multa

Alda D’Eusanio multata di 400 euro per una mascherina rotta

“La guardia di finanza sguinzagliata per vessare i cittadini che girano senza il pacco di mascherine di ricambio”. Così si può riassumere lo sfogo che Alda D’Eusanio ha condiviso sui suoi canali social per essere stata multata sotto casa, a Roma.

Il motivo della sanzione bella salata? Stava portando via un cappuccino e una brioche d’asporto non indossando correttamente la mascherina, come racconta, perché le si era rotta proprio all’interno dell’esercizio. Risale a 400 euro il costo che dovrà pagare per la multa. In più la giornalista ha atteso oltre un’ora per il verbale, dopo che i finanziari hanno controllato anche la titolare del locale e richiesto i filmati della videosorveglianza. “Trattata come una criminale per un cappuccino”, ha aggiunto.

Alda D’Eusanio ha poi voluto leggere il contenuto del verbale in diretta Facebook: “Al momento dell’accesso presso il panificio il trasgressore indossava in maniera errata il dispositivo di protezione a lato dell’orecchio violando Dpcm. Il trasgressore dichiara che la mascherina si è rotta”. Da qui l’appello al generale della guardia di finanza per l’impiego dei suoi uomini “a spaventare comuni cittadini, tra i quali non tutti possono pagare una sanzione di 400 euro”:

“La fase 2? – si chiede poi la D’Eusanio, che si dà anche la riposta. – Sarà disperazione di chi è senza soldi e con le forze dell’ordine che credono di essere i padroni del mondo facendo rispettare in maniera ingiusta regole che sono invece giuste”.

E rivolta anche ai finanzieri presenti, ha concluso: “Non potete spaventarci perché in un locale si rompe la mascherina. Le forze dell’ordine non devono spaventarci e incuterci paura, ma tutelarci e difenderci”.

Ad inizio articolo il VIDEO con l’accadimento.

UPDATE:

La replica della Guardia di Finanza

Una pattuglia del Comando Provinciale di Roma della Guardia di Finanza ha rilevato che una persona stava all’interno di un esercizio commerciale senza indossare correttamente la mascherina. Dopo ripetuti inviti ad indossare il dispositivo di protezione nella maniera corretta, a fronte del suo rifiuto, i militari operanti, solo dopo numerose sollecitazioni a declinare le proprie generalità, hanno in seguito identificato l’autrice della violazione in Alda D’Eusanio e proceduto a verbalizzare l’inadempienza all’art. 3, comma 2 del D.P.C.M. del 26.04.2020.

Nel verbale, la Sig.ra D’Eusanio ha dichiarato che tale violazione “Era dovuta alla rottura dell’elastico di sostegno della mascherina, avvenuto all’interno del locale” richiedendo in maniera specifica che quanto da lei dichiarato fosse “Rilevabile anche dai presenti al bar”. In realtà, come sin da subito constatato dai militari, la mascherina era perfettamente integra e si sarebbe rotta solo in seguito all’esterno del locale, durante le operazioni di identificazione. Più tardi, in relazione a quanto dichiarato dalla Sig.ra D’Eusanio, i Finanzieri sono rientrati all’interno dell’esercizio commerciale allo scopo di assumere a verbale le dichiarazioni dei presenti che hanno affermato che la Sig.ra D’Eusanio, non indossava il dispositivo di protezione all’interno dell’attività commerciale.

Successivamente è intervenuta un’ulteriore pattuglia visto il crescere sul luogo del numero di persone presenti e il comportamento messo in atto dalla Sig.ra D’Eusanio volto a spettacolarizzare l’accaduto.

Blogger e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

COMMENTI