Alberto Tarallo denuncia Adua Del Vesco e Massimiliano Morra: “nel mirino frasi su suicidio Teodosio Losito”

05/10/2020 di Emanuela Longo

Alberto Tarallo

Nell’intervista di ieri a Non è l’Arena, Alberto Tarallo, il produttore al centro dell’Aresgate, ha manifestato tutta la sua delusione nei confronti delle dichiarazioni di Adua Del Vesco e Massimiliano Morra rese al GF Vip. “Le rivelazioni di Adua Del Vesco e la storia della setta? Credo che qualcuno abbia architettato questa cosa contro di me. Ho una sensazione molto forte ma non c’entrano né gli autori del Grande Fratello né Mediaset”, aveva commentato al conduttore Massimo Giletti. In queste ore arriva però la notizia della sua intenzione di denunciare i due gieffini.

Alberto Tarallo denuncia Adua Del Vesco e Massimiliano Morra per frasi al GF Vip

Le anticipazioni del GF Vip in vista della nuova puntata di stasera hanno annunciato la “resa dei conti” per Adua Del Vesco e Massimiliano Morra. A cosa farà riferimento nel dettaglio? E’ possibile che oggi i due attori possano essere messi al corrente delle parole di Alberto Tarallo pronunciate ieri sera alla trasmissione di La7.

Oggi apprendiamo un’altra novità relativa al caso che da settimane fa discutere sui social: Tarallo denuncerà per diffamazione Adua e Morra, ex attori Ares Film. E’ quanto rivela Fanpage.it dopo aver sentito il legale del produttore, l’avvocato Daria Pesce. Spiega in merito il portale:

Nel mirino, in particolare, sono finite le frasi pronunciate da Adua Del Vesco a proposito del suicidio di Teodosio Losito, frasi nell’ambito delle quali l’attrice non fa mai il nome di Alberto Tarallo. In un video che circola sui social, i cui virgolettati sono stati riproposti di fronte al produttore a Non è l’Arena perché li commentasse, Adua dice: “Credo che si tratti di istigazione al suicidio”.

Nell’intervista a Giletti, ieri sera Alberto Tarallo aveva smentito la tesi della presunta setta dichiarando:

Ma quale setta? Al massimo organizzavamo dei pranzi e ci veniva Ursula Andress. Le fiction duravano diversi mesi e ci sono stati momenti in cui quattro interpreti, i più giovani e deboli nella recitazione, vivevano nelle dependance della mia villa a Zagarolo: c’era un insegnante di recitazione, studiavano inglese, io la sera vedevo quello che avevano fatto. Ma non c’è mai stata alcuna costrizione. Chi parla di sette e messe nere lo sa che c’è persona che deve trovare tutte le mattine un motivo per alzarsi e per vivere? Tutto questo è stato fatto per un punto di share in più, questo sistema mi fa schifo.

Poi aveva avanzato ciò che potrebbe esserci alla base dell’intera vicenda:

Alla base c’è molto rancore perché dopo la fine delle fiction Ares non hanno avuto occasioni lavorative. Penso che qualcuno abbia lavorato su rancore per architettare qualcosa contro di me. Di solito non mi sbaglio, ho un intuito molto forte. Non centrano né Mediaset né gli autori del Grande Fratello, è qualcosa che arrivo dal passato: sono sospetti non prove, ma il mio avvocato Daria Pesce si sta muovendo bene e arriveremo a capire da dove nasce la macchinazione.

Classe 1984, nata a Lecce. Blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI